Lucio Pomponio: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
'''Lucio Pomponio''' (I sec. a.C.), commediografo romano.
 
*C'è chi si tiene così ben nascosto che gli sembra tempesta tutto ciò che succede sotto il sole. (citato<ref>Citato in [[Lucio Anneo Seneca]], ''Epistulae morales ad Lucilium'', ep. 3, § 6. Traduzione di Caterina Barone, ''Lettere a Lucilio'', Garzanti, Milano, 1989).</ref>
:''Quidam adeo in latebras refugerunt ut putent in turbido esse quidquid in luce est.''
*E impara ad [[ascoltare]], se non sai parlare.
*E:''Atque imparaauscultare ad [[ascoltare]]disce, se nonsi sainescis parlareloqui. (da''<ref>Da ''Asina'', fr. I; citato in Otto Ribbeck, ''Scaenicae Romanorum poesis fragmenta'', 2 voll., Lipsia, 1897-1898, vol. II, [https://archive.org/details/scaenicaeromanor02ribbuoft/page/270/ p. 271]).</ref>
:''Atque auscultare disce, si nescis loqui.''
*È questo il costume del [[popolo]]: oggi ti va contro, ma domani t'appoggerà.<ref name=capasso>Citato in Sosio Capasso, ''[https://books.google.it/books?id=tXl_uRtINfYC Gli Osci nella Campania antica]'', Istituto di Studi Atellani, 1997, p. 55.</ref>
*Non t'inquietare: è naturale che ogni [[Marito e moglie|marito]] desideri la morte della [[Marito e moglie|moglie]].<ref name=capasso/>
 
==Note==
<references />
 
==Altri progetti==
{{DEFAULTSORT:Pomponio, Lucio}}
[[Categoria:Commediografi]]
 
{{S}}
Utente anonimo