Differenze tra le versioni di "Libri dei Re"

1 144 byte aggiunti ,  3 mesi fa
nessun oggetto della modifica
*Egli {{NDR|[[Geroboamo]]}} continuò a prendere qua e là dal popolo i sacerdoti delle alture e a chiunque lo desiderasse dava l'investitura e quegli diveniva sacerdote delle alture. Tale condotta costituì, per la casa di Geroboamo, il peccato che ne provocò la distruzione e lo sterminio dalla terra. (I, 13, 33 – 34)
[[File:Rehoboam's Insolence, by Hans Holbein the Younger.jpg|miniatura|upright=1.3|''L'insolenza di Roboamo'' ([[Hans Holbein il Giovane|Holbein]], 1530)]]
*{{NDR|Alle[[Roboamo]]}} tribùrispose diduramente Israeleal chepopolo chiedevanorespingendo unil giogoconsiglio menodegli pesanteanziani; daegli partedisse diloro [[Giudasecondo (tribù)|Giuda]]}}il consiglio dei giovani: "Mio padre vi ha imposto un giogo pesante; io renderò ancora più grave il vostro giogo. Mio padre vi ha castigati con fruste, io vi castigherò con flagelli". ([[Roboamo]]: I, 12, 13 – 14)
*Roboamo, giunto in Gerusalemme, convocò tutta la casa di Giuda e la tribù di Beniamino, centottantamila guerrieri scelti, per combattere contro Israele e per restituire il regno a Roboamo, figlio di Salomone. Ma il Signore disse a [[Semeia]], uomo di Dio: "Riferisci a Roboamo figlio di Salomone, re di Giuda, a tutta la casa di Giuda e di Beniamino e al resto del popolo: Dice il Signore: Non marciate per combattere contro i vostri fratelli israeliti; ognuno ritorni a casa, perché questa situazione è stata voluta da me". Ascoltarono la parola del Signore e tornarono indietro come aveva ordinato loro il Signore. (I, 12, 21 – 24)
*Il Signore stabilirà su [[Regno di Israele|Israele]] un suo re {{NDR|[[Baasa]]}}, che distruggerà la famiglia di [[Geroboamo]]. Inoltre il Signore percuoterà Israele, il cui agitarsi sarà simile all'agitarsi di una canna sull'acqua. Eliminerà Israele da questo ottimo paese da lui dato ai loro padri e li disperderà oltre il fiume perché si sono eretti i loro pali sacri, provocando così il Signore. Il Signore abbandonerà Israele a causa dei peccati di Geroboamo, commessi da lui e fatti commettere a Israele. ([[Achia]]: I, 14, 14 – 16)
*Nell'anno quinto del re Roboamo, il re di Egitto, [[Sisach]], assalì Gerusalemme. Costui depredò i tesori del tempio e vuotò la reggia dei suoi tesori. (I, 14, 25 – 26)
*Egli {{NDR|[[Abia di Giuda|Abia]]}} imitò tutti i peccati che suo padre aveva commessi prima di lui; il suo cuore non fu sottomesso al Signore suo Dio, come lo era stato il cuore di [[Davide]] suo antenato. Ma, per amore di Davide, il Signore suo Dio gli concesse una lampada in Gerusalemme, innalzandone il figlio dopo di lui e rendendo stabile Gerusalemme, perché Davide aveva fatto ciò che è giusto agli occhi del Signore e non aveva traviato dai comandi che il Signore gli aveva impartiti, durante tutta la sua vita, se si eccettua il caso di [[Uria l'Ittita|Uria l'Hittita]]. (I, 15, 3 – 5)
*[[Nadab (re d'Israele)|Nadàb]], figlio di [[Geroboamo]], divenne re d'Israele nell'anno secondo di [[Asa di Giuda|Asa]], re di Giuda, e regnò su Israele tre anni. Egli fece ciò che è male agli occhi del Signore, imitando la condotta di suo padre e il peccato che questi aveva fatto commettere a Israele. Contro di lui congiurò [[Baasa]] figlio di Achia, della casa di [[Issachar (tribù)|Issacar]], e lo assassinò in Ghibbeton che apparteneva ai Filistei, mentre Nadàb e tutto Israele assediavano Ghibbeton. Baasa lo uccise nell'anno terzo di Asa re di Giuda, e divenne re al suo posto. Appena divenuto re, egli distrusse tutta la famiglia di Geroboamo: non lasciò vivo nessuno di quella stirpe, ma la distrusse tutta, secondo la parola del Signore pronunziata per mezzo del suo servo [[Achia]] di Silo [...]. (I, 15, 25 – 29)
*La parola del Signore fu rivolta a [[Ieu (profeta)|Ieu]] figlio di Canàni contro [[Baasa]]: "Io ti ho innalzato dalla polvere e ti ho costituito capo del popolo di Israele, ma tu hai imitato la condotta di Geroboamo e hai fatto peccare Israele mio popolo fino a provocarmi con i loro peccati. Ecco, io spazzerò Baasa e la sua casa e renderò la tua casa come la casa di Geroboamo figlio di Nebàt. I cani divoreranno quanti della casa di Baasa moriranno in città; quelli morti in campagna li divoreranno gli uccelli dell'aria". (I, 16, 1 – 4)
*Dio condannò Baasa per tutto il male che aveva commesso agli occhi del Signore, irritandolo con le sue opere, tanto che la sua casa era diventata come quella di Geroboamo, e perché egli aveva sterminato quella famiglia. (I, 16, 7)
*Nell'anno ventiseiesimo di Asa re di Giuda, su Israele in Tirza divenne re [[Ela (re)|Ela]] figlio di Baasa; regnò due anni. Contro di lui congiurò un suo ufficiale, [[Zimri]], capo di una metà dei carri. Mentre quegli, in Tirza, beveva e si ubriacava nella casa di Arza, maggiordomo in Tirza, arrivò Zimri, lo sconfisse, l'uccise nell'anno ventisettesimo di Asa, re di Giuda, e regnò al suo posto. (I, 16, 8 – 10)
*Nell'anno ventisettesimo di Asa re di Giuda, [[Zimri]] divenne re per sette giorni in Tirza, mentre il popolo era accampato contro Ghibbeton, che apparteneva ai Filistei. Quando il popolo accampato colà venne a sapere che Zimri si era ribellato e aveva ucciso il re, tutto Israele in quello stesso giorno, nell'accampamento, proclamò re di Israele [[Omri]], capo dell'esercito. Omri e tutto Israele, abbandonata Ghibbeton, andarono a Tirza. Quando vide che era stata presa la città, Zimri entrò nella fortezza della reggia, incendiò il palazzo e così morì bruciato. Ciò avvenne a causa del peccato che egli aveva commesso compiendo ciò che è male agli occhi del Signore, imitando la condotta di Geroboamo e il peccato con cui aveva fatto peccare Israele. (I, 16, 15 – 19)