Differenze tra le versioni di "Maria Bethânia"

(+ immagine)
 
*Il mio primo sogno, da bambina, era di fare la trapezista al circo, volteggiando senza rete. Crescendo, mi sono convinta che la mia vita l'avrei vissuta sul palco. Non sapevo come: cantare, danzare, recitare, non importava. Ma la prima volta che ho cantato in pubblico ho capito che quella sarebbe stata la mia strada: abitare al confine tra musica e teatro. Essere un'interprete.<ref name=Regina/>
*Le etichette, il fatto di essere chiamata Regina, Diva, mi riempiono d'orgoglio. Ma le parole finiscono qui. Io sono una donna, una cantante del nord-est brasiliano, vivo per rappresentare l'anima e il cuore del mio popolo. Il resto non conta.<ref name=Regina/>
*{{NDR|In riferimento alla carica di Ministro della Cultura del Brasile ricoperta allora da [[Gilberto Gil]]}} Ma io non salgo sul palco con il ministro Gil. Canto con il mio amico Gilberto, grandissimo musicista e compagno di tutta la mia carriera. Io ho appoggiato la sua scelta di accettare l'incarico affidatogli da [[Luiz Inácio Lula da Silva|Lula]], perché Gil è un grande artista, ha una sorta di antenna per i problemi della cultura brasiliana e saprà come valorizzarla. Ma il nostro spettacolo è la gioia dell'incontro nel ricordo di Bahia.<ref name=Regina/>
*Tutto il lavoro artistico ha una luce spirituale, superiore. Io divento la musica e le parole che sto interpretando in quel momento. Non sono in trance, ma mi sento guidata da questo spirito, qualsiasi cosa esso sia. Tutti noi che saliamo su un palco siamo strani...<ref name=Regina/>
 
14 928

contributi