In memoria di me: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
|sceneggiatore = Saverio Costanzo
|attori =
*[[Hristo JivkovŽivkov]]: Andrea
*[[Filippo Timi]]: Zanna
*[[Marco Baliani]]: Padre maestro
*[[Alessandro Quattro]]: Bracci
}}
'''''In memoria di me''''', film italiano del 2007 con [[Hristo JivkovŽivkov]], regia di [[Saverio Costanzo]].
 
==[[Incipit]]==
{{Explicit film}}
Io sono creato per realizzare un progetto per cui nessun altro è creato. Io occupo un posto nei consigli di Dio, nel mondo di Dio. Un posto da nessun altro occupato. Poco importa che io sia ricco, povero, disprezzato o stimato dagli uomini. Dio mi conosce e mi chiama per nome. Egli mi ha affidato un lavoro che non ha affidato a nessun altro. Io ho la mia missione. In qualche modo sono necessario ai suoi intenti. Dio non mi ha creato inutilmente. ('''Andrea''')
 
==Citazioni su ''In memoria di me''==
*Dopo l'urgenza politica di ''[[Private (film)|Private]]'', [[Saverio Costanzo]] sorprende tutti con un film "fuori dal mondo", ''In memoria di me'', tutto chiuso nel seminario dove Andrea ([[Hristo Živkov|Christo Jivkov]]) si rifugia in cerca di quelle certezze che la vita non ha saputo dargli e che spera di trovare nei voti e nella regola religiosa. Rarefatto e misterioso come i silenziosi ambienti del convento sull'isola di San Giorgio, a Venezia, dove è stato girato, il film mette in scena i grandi interrogativi della religione cristiana attraverso lo scontro di alcuni personaggi simbolo. [...] A Costanzo non interessa dare risposte univoche o risolvere dibattiti teologici, piuttosto vuole fare emergere il nodo, a volte doloroso, che si nasconde dietro quelle posizioni e che spinge i vari personaggi a scelte di vita diverse, se non opposte. [...] Costanzo usa i silenzi, le architetture, gli sguardi, le regole di vita per rendere palpabile la tensione che ogni novizio porta dentro di sé, più preoccupato di farci condividere un'atmosfera che non di parteggiare per questo o per quello. Dimostrando così di aver raggiunto una maturità espressiva e una padronanza narrativa di prim'ordine. ([[Paolo Mereghetti]])
 
==Altri progetti==