Differenze tra le versioni di "Libro dei Proverbi"

nessun oggetto della modifica
m
*[...] ''con sagge direttive potrai condurre bene la guerra, | e la vittoria sta nel gran numero dei [[consigliere|consiglieri]].'' (24, 6; 1994)
*''Chi trama per fare il male | si chiama [[mestatore]].'' (24, 8; 1974)
*''Se hai trovato il [[miele]], mangiane quanto ti basta, | per non esserne nauseato e poi vomitarlo.'' (25, 16; 1974)
*''Metti di rado il piede in casa del tuo [[Vicinanza|vicino]], | perché non si stanchi di te e ti prenda in odio.'' (25, 17; 1974)
*''Se il tuo [[nemico]] ha fame, dagli pane da mangiare, | se ha sete, dagli acqua da bere; | perché così ammasserai carboni ardenti sul suo capo | e il Signore ti ricompenserà.'' (25, 21 – 22; 1974)
*''Mangiare troppo [[miele]] non è bene, | né lasciarsi prendere da parole [[adulazione|adulatrici]].'' (25, 27; 1974)
*''L'uomo che non ha [[autocontrollo]], | è una città smantellata, priva di mura.'' (25, 28; 1994)
*''Come la neve non si addice all'estate, né la pioggia al tempo della mietitura, | così non si addice la [[gloria]] allo [[stoltezza|stolto]].'' (26, 1; 1994)