Differenze tra le versioni di "Libro dei Proverbi"

m
nessun oggetto della modifica
m
*''Non ti vantare del [[domani]], | perché non sai neppure che cosa genera l'oggi.'' (27, 1; 1974)
*''La collera è crudele, l'ira è impetuosa; | ma chi può resistere alla [[gelosia]]?'' (27, 4; 1974)
*''Leali sono le ferite di un [[Amico e nemico|amico]], | fallaci i baci di un [[Amico e nemico|nemico]].'' (27, 6; 1974)
*''Chi ha cura del suo [[fico]] ne mangia i frutti; | chi veglia sul suo padrone sarà onorato.'' (27, 18; 2010)
*''Come gli inferi e l'abisso non si saziano mai, | così non si saziano mai gli [[Occhio|occhi]] dell'uomo.'' (27, 20; 1974)