Differenze tra le versioni di "Marcello D'Orta"

nessun oggetto della modifica
(+interprogetto)
 
*Io, modesto maestro elementare, dissento da glottologi, filologi e professori universitari. Il dialetto nasce dentro, è lingua dell'intimità, dell'habitat, "coscienza terrosa" di un popolo, sta all'individuo parlante come la radice all'albero; nasce nella zolla, si nutre nell'humus, si fonde nella pianta stessa. È, insomma, l'anima di un popolo. (da ''La Gazzetta del Sud'', 29 gennaio 2005)
*Ma ci pensate, che i ''Vù Cumprà'' sono costretti a vendere le stelline di Natale quando loro credono a Maometto? (da ''Dio ci ha creato gratis'')
 
==[[:Categoria:Opere letterarie|Opere]]==
*''[[Io speriamo che me la cavo]]''
15 808

contributi