Tortora: differenze tra le versioni

265 byte aggiunti ,  1 anno fa
nessun oggetto della modifica
(Aristotele+1)
Nessun oggetto della modifica
Citazioni sulla '''tortora'''.
 
==Citazioni==
*– Allora prendi una tortorella.<br>– Posso prenderne due?<br>– Certo, due tortorelle. Ora ti dico cosa devi fare: una la terrai tu e l'altra la darai a una persona molto, molto speciale. Vedi, le tortore sono il simbolo dell'amicizia e dell'amore. Così finché ognuno di voi avrà la sua tortorella resterete amici per la vita. (''[[Mamma, ho riperso l'aereo - Mi sono smarrito a New York]]'')
*La tortora, con il suo verso trisillabo, scandiva il silenzio del bosco. Era forse una driade? ([[Anacleto Verrecchia]])
*La tortora non fa mai fallo al suo compagno, e, se l'uno more, l'altro osserva perpetua castità, e non si posa mai su ramo verde, e non bee mai acqua chiara. ([[Leonardo da Vinci]])
*''Perché, ecco, l'inverno è passato, | è cessata la pioggia, se n'è andata; | i fiori sono apparsi nei campi, | il tempo del canto è tornato | e la voce della tortora ancora si fa sentire | nella nostra campagna.'' (''[[Cantico dei cantici]]'')
*Si dà il caso che una peculiarità di certi uccelli sia quella di [[flatulenza|scoreggiare]]. È il caso, per esempio, delle tortore. Uccelli simili, nel momento stesso in cui emettono il suono, producono un forte movimento nella zona del sedere. ([[Aristotele]])
*Sia la femmina della tortora che la femmina del [[colombaccio|palombo]] hanno lo stesso maschio, e non ammettono l'accoppiamento con un altro. Inoltre, sia il maschio sia la femmina covano le uova, e non è facile distinguere il maschio dalla femmina. ([[Aristotele]])