Differenze tra le versioni di "Luigi Cibrario"

→‎Citazioni di Luigi Cibrario: riferimenti bibliografici
(sezione Note)
(→‎Citazioni di Luigi Cibrario: riferimenti bibliografici)
 
==Citazioni di Luigi Cibrario==
*{{NDR|Dopo aver descritto la morte e i funerali del conte [[Prospero Balbo]]}} Così passò quel grande che la somma perizia delle cose di Stato e la vasta e varia dottrina rendeva meritatamente famoso anche appresso alle straniere nazioni. Ma chi ne ebbe personal contezza, quelli a cui toccò la ventura di potergli vivere dappresso avevano ben altre cagioni di venerarlo; perocché vedevano in mirabile altezza d'ingegno somma modestia di tratto ed una naturale propensione, anzi un impeto a cercare ed onorare tutti quelli che dessero indizio di qualche virtù; né contentarsi d'un vano conforto di parole, ma essere largo di consigli e d'aiuti; e procurar ricompense, e rallegrarsi dei progressi scientifici e letterari come di suo privato vantaggio, perché non aveva mai separato l'utile proprio dal pubblico bene e gli era ignoto sentimento l'invidia.<ref>Da ''[https://archive.org/details/bub_gb_zOUVAGgsn9gC/page/n3/mode/1up Epigrafi latine ed italiane con alcune necrologie del conte Luigi Cibrario]'', Tipografia eredi Botta, Firenze-Torino, 1867, pp. 115-116.</ref>
 
 
==''La morte del conte Carmagnola''==
25 541

contributi