Differenze tra le versioni di "Marxismo"

600 byte aggiunti ,  1 anno fa
Cecilia Gatto Trocchi
m
(Cecilia Gatto Trocchi)
*Ma certamente in molti casi possiamo trovarci d'accordo con i marxisti. Che i poveri debbano essere trattati in maniera più decente; che non sia lecito opprimere i deboli; che in America Latina vi siano tremende ingiustizie sociali: su questi e simili dati, [[Cristianesimo|cristiani]] e marxisti possono benissimo trovarsi d'accordo. Là dove la povera gente viene sfruttata, il marxista e il cristiano devono lottare insieme per l'eliminazione di un simile sfruttamento. ([[Karl Rahner]])
*Marxista è soltanto colui che ''estende'' il riconoscimento della lotta delle classi sino al riconoscimento della ''dittatura del proletariato''. ([[Lenin]])
*Mentre il [[positivismo]] fondava le scienze sociali, (proclamando la morte della teologia) e il marxismo istigava il proletariato ad abbandonare la religione istituzionale bollata come «oppio dei popoli», migliaia e migliaia di persone tentavano di comunicare con i mondi spirituali attraverso [[medium]] e veggenti<ref>È curioso notare che la data del Manifesto del Partito Comunista, il 1848, sia anche la data della più eclatante manifestazione spiritica pubblica, a opera delle sorelle Fox nello stato di New York. {{NDR|N.d.A.}}</ref>. ([[Cecilia Gatto Trocchi]])
*Molti si affrettarono a profetizzare la fine del marxismo, dimenticando che la dottrina di [[Karl Marx|Marx]] è più fondamentalmente un'espressione genuina dei presupposti metafisici moderni – una filosofia della storia – che una teoria economica. [...] L'aspetto metafisico sembra che non si dissiperà così rapidamente nel mondo occidentale. Perché fa parte dell'inizio filosofico della modernità. Certo, il cavaliere della teoria economico-sociale montava astutamente sul cavallo della teoria metafisica. Ma una volta morto il cavaliere, un altro molto diverso può occupare il suo posto sulle stesse basi o forze materialiste, le quali decidono il senso ultimo del lavoro umano. ([[Juan Cruz Cruz]])
*Nei suoi aspetti migliori, il marxismo tradisce se stesso, poiché assimila inavvertitamente i caratteri più dubbi del pensiero illuminista ed è sorprendentemente vulnerabile dalle sue implicazioni borghesi. Nei suoi aspetti peggiori, invece, la teoria marxista rappresenta l'apologia di un'epoca storica nuova, testimone della fusione tra 'libero mercato' e pianificazione economica, tra proprietà privata e proprietà nazionalizzata, tra competitività e manipolazione oligopolistica della produzione e dei consumi, tra economia e stato – in breve, l'epoca moderna del capitalismo di stato. ([[Murray Bookchin]])
*La storia aveva un nuovo significato per me e l'interpretazione marxista vi gettava un torrente di luce, essa diveniva un dramma in atto con un certo ordine e una certa intenzionalità, anche se inconscia, alle spalle. Malgrado gli orrendi guasti e la miseria del passato e del presente, il futuro brillava di speranza, sebbene vi fossero ancora molti pericoli.
*Mi sembra che l'intero valore del Marxismo stia nella sua assenza di dogmatismo, nell'accento posto su un determinato modo di vedere e di accostare, e nella sua attitudine all'azione. Quel modo di vedere ci aiuta a comprendere i fenomeni sociali dei nostri tempi, e ci addita la via dell'azione e dei superamenti.
 
==Note==
<references />
 
==Voci correlate==
31 641

contributi