Differenze tra le versioni di "Laurence Olivier"

 
*Gli sforzi di ingraziarmi Ralph lo lasciarono freddo, indifferente e superiore. [...] Non ero molto abile a farmi degli amici, forse perché le mie avances erano evidentemente impacciate. (p. 55)
*Con incredibile presunzione, mi diedi immediatamente da fare per incontrarla spinto dalla decisione che, con dei genitori del genere, anche se non bellissima sarebbe andata benissimo come moglie. Non avevo nessuna voglia di aspettare una donna più adatta, morivo dalla voglia di sposarmi ed era improbabile che alla mia età (21 anni) trovassi qualcosa di meglio e così, con il mio stile inconfondibile e secondo i miei canoni, mi innamorai subito di lei. [...] Ci mise quasi due anni per dirmi di sì e in realtà non mi corrispose mai. (p. 56)
*{{NDR|Su [[Vivien Leigh]]}} Era seducente e nel modo più perturbante che avessi mai incontrato. Forse era per via di quello strano, quasi commovente lampo di dignità che c'era in lei, e che rendeva schiava l'ardente schiera dei suoi ammiratori.
*{{NDR|Su [[Vivien Leigh]]}} La prima volta che misi gli occhi sulla proprietaria di questa meravigliosa, inimmaginabile bellezza fu sul palcoscenico del St. James Theatre, dove recitava in ''The Mask of Virtue'' di Ashley Dukes. Con questa parte aveva attirato un notevole interesse, anche se, a quei tempi, non esattamente per il fatto di essere un'attrice promettente. Al di là della sua bellezza, che era magica, aveva un portamento meraviglioso; il collo sembrava quasi troppo fragile per sostenere la testa e la reggeva con un senso di sorpresa e con quella specie di orgoglio del giocoliere che riesce a far sembrare quasi casuale un'abile mossa.
 
==Citazioni su Laurence Olivier==
Utente anonimo