Differenze tra le versioni di "Licurgo Cappelletti"

→‎Letteratura spagnuola: lo spiritualismo dei filosofi spagnoli
(→‎Letteratura spagnuola: lo spiritualismo dei filosofi spagnoli)
 
*Castelar ha scritto molto, e intorno a soggetti svariati. Quantunque egli abbia l'anima ardente d'un poeta, non ha mai scritto un verso, e possiede una mediocre facoltà inventiva. (cap. XIX, p. 173)
 
*[...] in tutte le opere dei filosofi spagnuoli si manifesta una generale tendenza verso lo spiritualismo. Il sensualismo di Locke e di {{sic|Condilac}}, lo scetticismo di Hume, il positivismo d'Augusto Comte, non sono in Ispagna seriamente discussi; o, per dire il vero, non sono compresi. (cap. XIX, p. 174)
 
==''Storia di Vittorio Emanuele II e del suo Regno''==
26 122

contributi