Differenze tra le versioni di "Guido Ceronetti"

*È più che legittimo che il Papa pensi alla sua Polonia. Ma anche un pappagallo è Polonia. Anche un agnello trascinato al mattatoio è disperata Polonia. Anche una piccola foca bianca del Labrador è Polonia, e addirittura più Polonia della patria polacca che anche noi amiamo. E verso le povere [[animale|bestie]], l'uomo è cento volte Unione Sovietica! Guai a esaltarne la sinistra potenza! La compassione non è divisibile.<ref>Da ''Il telegramma dell'anno'', ''La Stampa'', 3 gennaio 1982, p. 3; citato nelle note di Angela Borghesi ad [[Anna Maria Ortese]], ''Le piccole persone: in difesa degli animali e altri scritti'', Adelphi, Milano, 2016, p. 228. ISBN 978-88-459-3070-6</ref>
*{{ndr|su [[Lenin]]}} Inviato della Tenebra, fondatore inimitabile dell'universo concentrazionario. (da ''Ti saluto mio secolo crudele'', 2011<ref name=giornale>Riportato su il Giornale, 14 settembre 2018, [https://www.ilgiornale.it/news/spettacoli/linnocente-priebke-linvasione-africana-male-omosessuale-1575750.html ''L'innocente Priebke L'invasione africana Il male omosessuale (Ceronetti dixit...)'']</ref>)
*Gente capace di portare la Santa [[Inquisizione]] tra i [[Maya]], di far sparire il bisonte dalle praterie, di mandare missionari a convertire i [[Buddhismo|buddisti]], di chiamare crociate volute da Dio certi vomitamenti di pura canaglia su modi di vivere che li rifiutavano, sembrava bene indicata per coprire di petrolio i mari e far scivolare il DDT nei visceri dei pinguini. Gente che conserva il culto di un bandito come [[Cristoforo Colombo]], un colombo portatore-di-Cristo a quel che il nome dice, non avrà pietà dell’ultimo gatto selvatico, o dell’ultimo filo d’erba. Scienziati e giornali chiedono leggi: nazionali, internazionali ec. Nello stesso tempo, psicologi, sociologi e altra malavita, perquisiscono tutte le forme di vita associata in cerca degli ultimi tabù da incenerire. Come possano tenere, senza tabù, le leggi, si può vedere dallo stato delle leggi, dove non sia il terrore a puntellarle. Le leggi servono a poco, perché la Legge è stata abolita, e la vita facendosi sempre più disperata, piange segretamente la Legge che non ha più. (da ''Difesa della Luna'', p. 47<ref>Difesa della Luna e altri argomenti di miseria terrestre, Milano, Rusconi, 1971</ref>)
*Ho potuto scrivere sul delitto di Novi Ligure perché s’imparenta col mito greco tragico. In compagnia di un’attrice ho letto «Le ballate dell’«Angelo ferito» in un carcere di Spoleto. Davanti a me erano quasi tutti ergastolani. Avevano delle forti reazioni; specialmente per la ragazza di Novi Ligure non c’era pietà; nel loro applauso al termine della lettura leggevo la loro condanna per l’uccisione così gratuita di una madre e di un fratello. Io sono tutt’ora in corrispondenza, per quanto non così regolare, con un uxoricida che in carcere si è laureato in filosofia con una tesi sul suicidio, un gesto non vissuto astrattamente, perché lui lo ha tentato più di una volta dopo avere ucciso la moglie. Finché ha incontrato una signora che insegnava in carcere e ne è uscito sotto la sua ala. Non so se un giorno potrebbe ritentare la cosa, ma i giudici secondo me hanno avuto ragione. Quei gesti non si ripetono e una volta che si è espiata la pena è inutile infierire.<ref name=arte/>
*L'abolizione della [[Messa tridentina]], la sparizione del predicatore dai pulpiti, il [[Canto gregoriano|gregoriano]] ammutolito, degradato ad attrattiva per turisti acustici, anch'io, quantunque fuori dalla [[Chiesa cattolica|Chiesa]], li ho patiti come un sinistro sfregio. Quei riti erano dei protettori e dei messaggeri. Potevi pensare: «non voglio quella protezione, non è quello il messaggio» e tuttavia vederli imbarcare per il Nulla creò, tra i non indifferenti, tutto un popolo di orfani... Non fu la chiesa soltanto, a perderci, in questa automutilazione atroce. (da ''Agli dei Mani di Cristina''<ref>In ''Per Cristina Campo'', p. 248.</ref>)
*L'Europa oggi è una tana enorme di [[Antisemitismo|antisemiti]] che s'ignorano e si mascherano. Quando si trattasse di accogliere i nostri fratelli [[Israele|israeliani]] profughi le porte spontaneamente aperte sarebbero poche; le molte cristiane e atee chiuse farebbero il ripugnante gesto della quenelle di Dieudonné. I preti si affannano per accogliere islamici da tutta l’Africa, ma non so quanti parroci e vescovi per il controesodo degli Ebrei che scegliessero la via della nuova Golah si muoverebbero. Nello stesso tempo non ci sarebbe nessun ritorno a una Palestina indipendente come predicano i nostri intellettuali: non ci sarebbe che un immenso vuoto. Israele di cento anni dopo insediato dalla fine del secolo XIX e l’entità Palestina sono due siamesi: se li separi li uccidi: Intendersi o morire. Gaza di Hamas esulterebbe, forse, Teheran avrebbe raggiunto il fine insensato di [[Khomeini]], ma Gerusalemme non pullulerebbe che di focolari spenti, di fornelli con ragnatele.<ref>da [https://www.osservatorioantisemitismo.it/articoli/riflessione-di-guido-ceronetti-sullantisemitismo/ ''Accoglieremmo i nostri fratelli d'Israele?''], su ''la Repubblica'', 4 novembre 2015</ref>
*L'[[omosessualità]] è un'invasione della Tenebra, hanno un bel volerla normale e alla luce del sole, è pratica ctonia, necrofilia.<ref>Da '' Un tentativo di colmare l'abisso. Lettere 1968-1996'', con [[Sergio Quinzio]], Adelphi, Milano, 2014; citato in [[Camillo Langone]], [http://www.ilfoglio.it/preghiera/2014/05/17/___1-vr-105316-rubriche_c398.htm ''Preghiera''], ''Il Foglio'', 17 maggio 2014.</ref>
*L'ossessione ideologica tinta della peggiore [[Europa]] del passato ha un fondamento reale, perché gli [[Immigrazione in Italia|sbarchi]] in [[Sicilia]] hanno ormai un carattere preciso di invasione territoriale che è premessa sicura di guerra sociale e religiosa incombente.<ref>da ''Tragico tascabile'', Adelphi, 2015, [https://books.google.it/books?id=vNLYCQAAQBAJ&pg=PT86&dq=Gli+sbarchi+in+Sicilia+hanno+ormai+un+carattere+preciso+di+invasione+territoriale,+premessa+sicura+di+guerra+sociale+e+religiosa&hl=it&sa=X&ved=2ahUKEwjo-_3Puo7sAhXmkIsKHa7cAtIQ6AEwAHoECAEQAQ#v=onepage&q=Gli%20sbarchi%20in%20Sicilia%20hanno%20ormai%20un%20carattere%20preciso%20di%20invasione%20territoriale%2C%20premessa%20sicura%20di%20guerra%20sociale%20e%20religiosa&f=false google books].</ref>
*L'unica civiltà che abbiamo potuto scavare nella belva umana, inventando messianicamente i [[diritti dell'uomo]] nel [[1789]], è questa. Qui almeno la legge, un qualcosa, l'abbiamo. Io penso che non pretendere di fare del bene a dei continenti ma pensare alla salvezza individuale sarebbe già una buona cosa, come insegna il [[Gautama Buddha|Buddha]]. <br>La [[Bhagavadgītā|Bhagavadgita]] è il mio libro sacro, con la [[Bibbia]], [[Sofocle]], [[Shakespeare]], [[Louis-Ferdinand Céline|Céline]], perché lavora nella materia umana bruta, ma è inaccettabile quando fa l'antisemita. E ho molto amato anche [[Immanuel Kant|Kant]], però l'ho capito poco.<ref>Dall'intervista ad Anna Bandettini, [https://www.repubblica.it/cultura/2016/08/03/news/guido_ceronetti_da_buddha_alle_marionette_vi_svelo_le_mie_mille_vite_-145297057/ ''Guido Ceronetti: "Da Buddha alle marionette, vi svelo le mie mille vite"''], ''repubblica.it'', 3 agosto 2016.</ref>
*La più nobile delle lingue umane è il [[Lingua spagnola|castigliano]] – tanto nobile che io mi accosto ai suoi testi di rado e con venerazione, come a una scheggia del trono di Dio [...]<ref>Da ''Il mistero del [[Cantico dei Cantici|Cantico]]'', in ''Il Cantico dei Cantici'', a cura di Guido Ceronetti, Adelphi, Milano, 2011<sup>11</sup>, p. 123. ISBN 978-88-459-0952-8</ref>
Utente anonimo