Differenze tra le versioni di "Guido Ceronetti"

(vedo che la musica è sempre la stessa... legga, o "anonimo"... Aiuto:Fonti.)
*L'Europa oggi è una tana enorme di [[Antisemitismo|antisemiti]] che s'ignorano e si mascherano. Quando si trattasse di accogliere i nostri fratelli [[Israele|israeliani]] profughi le porte spontaneamente aperte sarebbero poche; le molte cristiane e atee chiuse farebbero il ripugnante gesto della quenelle di Dieudonné. I preti si affannano per accogliere islamici da tutta l’Africa, ma non so quanti parroci e vescovi per il controesodo degli Ebrei che scegliessero la via della nuova Golah si muoverebbero. Nello stesso tempo non ci sarebbe nessun ritorno a una Palestina indipendente come predicano i nostri intellettuali: non ci sarebbe che un immenso vuoto. Israele di cento anni dopo insediato dalla fine del secolo XIX e l’entità Palestina sono due siamesi: se li separi li uccidi: Intendersi o morire. Gaza di Hamas esulterebbe, forse, Teheran avrebbe raggiunto il fine insensato di [[Khomeini]], ma Gerusalemme non pullulerebbe che di focolari spenti, di fornelli con ragnatele.<ref>da [https://www.osservatorioantisemitismo.it/articoli/riflessione-di-guido-ceronetti-sullantisemitismo/ ''Accoglieremmo i nostri fratelli d'Israele?''], su ''la Repubblica'', 4 novembre 2015</ref>
*L'[[omosessualità]] è un'invasione della Tenebra, hanno un bel volerla normale e alla luce del sole, è pratica ctonia, necrofilia.<ref>Da '' Un tentativo di colmare l'abisso. Lettere 1968-1996'', con [[Sergio Quinzio]], Adelphi, Milano, 2014; citato in [[Camillo Langone]], [http://www.ilfoglio.it/preghiera/2014/05/17/___1-vr-105316-rubriche_c398.htm ''Preghiera''], ''Il Foglio'', 17 maggio 2014.</ref>
*L'ossessione ideologica tinta della peggiore Europa del passato ha un fondamento reale, perché gli sbarchi in Sicilia hanno ormai un carattere preciso di invasione territoriale che è premessa sicura di guerra sociale e religiosa incombente.<ref>da ''Tragico tascabile'', Adelphi, 2015, [https://books.google.it/books?id=vNLYCQAAQBAJ&pg=PT86&dq=Gli+sbarchi+in+Sicilia+hanno+ormai+un+carattere+preciso+di+invasione+territoriale,+premessa+sicura+di+guerra+sociale+e+religiosa&hl=it&sa=X&ved=2ahUKEwjo-_3Puo7sAhXmkIsKHa7cAtIQ6AEwAHoECAEQAQ#v=onepage&q=Gli%20sbarchi%20in%20Sicilia%20hanno%20ormai%20un%20carattere%20preciso%20di%20invasione%20territoriale%2C%20premessa%20sicura%20di%20guerra%20sociale%20e%20religiosa&f=false google books]</ref>
*L'unica civiltà che abbiamo potuto scavare nella belva umana, inventando messianicamente i diritti dell'uomo nel 1789, è questa. Qui almeno la legge, un qualcosa, l'abbiamo. Io penso che non pretendere di fare del bene a dei continenti ma pensare alla salvezza individuale sarebbe già una buona cosa, come insegna il [[Gautama Buddha|Buddha]]. La [[Bhagavadgītā|Bhagavadgita]] è il mio libro sacro, con la [[Bibbia]], [[Sofocle]], [[Shakespeare]], [[Louis-Ferdinand Céline|Céline]], perché lavora nella materia umana bruta, ma è inaccettabile quando fa l'antisemita. E ho molto amato anche [[Immanuel Kant|Kant]], però l'ho capito poco.<ref>Dall'intervista ad Anna Bandettini, [https://www.repubblica.it/cultura/2016/08/03/news/guido_ceronetti_da_buddha_alle_marionette_vi_svelo_le_mie_mille_vite_-145297057/ ''Guido Ceronetti: "Da Buddha alle marionette, vi svelo le mie mille vite"''], ''repubblica.it'', 3 agosto 2016.</ref>
*La più nobile delle lingue umane è il [[Lingua spagnola|castigliano]] – tanto nobile che io mi accosto ai suoi testi di rado e con venerazione, come a una scheggia del trono di Dio [...]<ref>Da ''Il mistero del [[Cantico dei Cantici|Cantico]]'', in ''Il Cantico dei Cantici'', a cura di Guido Ceronetti, Adelphi, Milano, 2011<sup>11</sup>, p. 123. ISBN 978-88-459-0952-8</ref>
Utente anonimo