Differenze tra le versioni di "Lawrence Wright"

1 556 byte aggiunti ,  11 mesi fa
*Ogni nuova religione affronta un momento di crisi in seguito alla morte del suo fondatore carismatico. Tramite la sua opera missionaria, l'apostolo Paolo tenne in vita il cristianesimo dopo la crocifissione di Gesù. [[Brigham Young]] salvò la Chiesa dei santi degli ultimi giorni dopo l'assassinio di Joseph Smith, guidando l'esodo nei mormoni nello Utah attraverso le Grandi Pianure. Nuovi geni religiosi appaiono di continuo, ma la prova del tempo ricade inevitabilmente sul successore, il cui destino è quello di essere messo per sempre in ombra dal fondatore. Miscavige conosceva i propri talenti e i propri limiti. Non pretendeva di essere un profeta e non era abile nelle pubbliche relazioni. «La gente pensa che io voglia fare il capo» confidò al cognato John Brousseau. «Non è questo il mio compito. Io sono la frusta». (p. 223)
*Cruise [...] ammirava la personalità autorevole di Miscavige. In ''[[Codice d'onore]]'' modellò il suo personaggio, un determinato ufficiale della Marina, sulla figura di Miscavige, fatto di cui il leader della Chiesa amava vantarsi. (p. 250)
*Gli scientologi di seconda generazione hanno di norma una familiarità con il linguaggio e la cultura della Chiesa molto maggiore di quella dei genitori; per contro, possono sentirsi un po' smarriti quando cercano di interagire con una società che non li comprende. (p. 256)
*In Scientology c'è posto per un Essere Supremo – delle Otto dinamiche di Hubbard, rappresenta quella più alta –, ma l'idea di Dio riveste un ruolo marginale rispetto a molte religioni. D'altra parte, alcuni culti venerano degli oggetti – pietre, icone o mandale – piuttosto che una divinità. Gli scientologi non pregano; ma lo stesso si può dire dei buddhisti. L'idea della salvezza, così centrale nel cristianesimo, non è poi tanto diversa dall'affermazione di Hubbard che la legge fondamentale dell'universo è la spinta alla sopravvivenza. Flinn paragonò la distinzione tra preclear e clear alle nozioni di irretimento nel samsara e illuminazione tipiche del buddhismo, o alle dottrine cristiane del peccato e della grazia. Il credo di Scientology secondo cui gli esseri umani sono «thetan» significa semplicemente che siamo creature dotate di un'anima immortale, un concetto che nessun cristiano metterebbe in discussione. (pp. 271-272)
*Probabilmente nessuno altro membro della Chiesa trae dalla religione gli stessi benefici materiali di Cruise; per contro, nessuno più di lui porta il peso della responsabilità morale per le umiliazioni inflitte ai membri della Sea Org, a volte proprio in ragione dell'appartenenza dell'attore a Scientology. (p. 422)
 
==Bibliografia==
21 186

contributi