Differenze tra le versioni di "Fernanda Pivano"

1 475 byte aggiunti ,  10 mesi fa
Finché un giorno accadde qualcosa. Un giorno in un bagliore di fiamme gialle e una puzza di zolfo qualcosa mi bruciò nel cuore. Fu un gelido fuoco sinistro. Dissi: "Che strano." Pensai: "È l'Araba Fenice?"
 
 
==''Diari [1974/2009]''==
*Il 21 agosto avevo cenato con Grazia Volpi, la produttrice del mio film [[Generazioni d'amore - Le quattro Americhe di Fernanda Pivano|Generazioni d'amore]]. [...] Grazia Volpi era una signora deliziosa con un figlio diciottenne straordinario abituato a comparire nei film da quando aveva quattro anni e i [[Paolo e Vittorio Taviani|fratelli Taviani]], pilastri delle produzioni di Grazia Volpi, già lo facevano girare {{NDR| Ottavio Rosati}} mi metteva sempre vicino il suo Lorenzo Perpignani, il figliolo diciottenne al quale facevano fare le domande dell'intervista immaginata nel film.<ref>Dai ''Diari 1974-2009'', Bompiani, p.1222</ref>
 
* Io non capivo mai se quando mi facevano le domande qualcuno girava oppure no e spesso parlavo senza sapere che mi stavano riprendendo. Per esempio una volta che spiegavo a Lorenzo chi era [[Josephine Baker]] non mi ero accorta che il mio adorato operatore Mario Amura stava girando, e così ho cantato (si fa per dire) la celebre canzone della Josephine Baker della canna da zucchero, che diceva:
''En voulez-vous de la canne<br>
''De la canne à sucre c'est fou,''<br>
''C'est meilleur que la banane''<br>
''ça ce suce par un petit bout.''<br>
''Mesdames prenez mon offrande''<br>
''Vous trouverez ça si grisant''<br>
''Qu'à vos maris petites gormandes''<br>
''vous direz va't'en va't'en.''<br>
Lorenzo e anche gli operatori erano sbalorditi. <ref>Dai ''Diari 1974-2009'', Bompiani, p.1223</ref>
==''La mia kasbah''==
===[[Incipit]]===
1 212

contributi