Differenze tra le versioni di "Cratete di Tebe"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  1 anno fa
→‎Citazioni di Cratete di Tebe: corretto anno edizione
(→‎Citazioni di Cratete di Tebe: corretto anno edizione)
 
*Bisogna praticare la [[filosofia]] fino al punto che gli strateghi ci sembrino essere asini.<ref name="§92">Citato in 2005, VI, 92.</ref>
*È impossibile trovare un uomo senza [[difetti]], così come in un {{sic|melograno}} c'è sempre anche un chicco guasto.<ref>Citato in 2005, VI, 89.</ref>
*Gli uomini [[Stoltezza|stolti]] sono come i trapani: senza la fune e senza la forza che li costringe, non vogliono far niente di quel che debbono.<ref>Citato in 19231932, p. 5.</ref>
*{{NDR|Da una modifica dei versi di [[Omero]]}} La bisaccia è una città che sta in mezzo alla fosca delusione.<ref>Citato in [[Apuleio]], ''Sulla magia e in sua difesa'', EDIPEM, 1973.</ref>
*La fame calma l'[[amore]], se no, il tempo; se nulla puoi ottenere da questi due rimedi, un laccio.<ref>Citato in [[Diogene Laerzio]], ''Vite dei filosofi'', VI, 86, a cura di Marcello Gigante, Laterza, Bari, 1962, p. 281.
</ref>
*{{NDR|Ciò che aveva come patria}} La mancanza di fama e la povertà che non possono essere fatte prigioniere dalla sorte.<ref>Citato in 2005, VI, 93.</ref>
*Meglio sdrucciolare col [[piede]] che con la [[lingua]].<ref name=frammenti>Citato in 19231932, p. 6.</ref>
*Non da tutti si deve accettare [[dono|doni]]. Perché non è lecito che la [[Vizio e virtù|virtù]] sia alimentata dal [[Vizio e virtù|vizio]].<ref name=frammenti/>
*Quanti stanno con gli [[adulazione|adulatori]] sono soli, come i vitelli quando si trovino tra i lupi; infatti, né quelli né questi sono insieme a qualcuno che si curi di loro, ma soltanto con chi è pronto ad assassinarli.<ref name="§92"/>
Utente anonimo