Differenze tra le versioni di "Lidia Ravera"

m
standard per gli incipit, abc
m (standard per gli incipit, abc)
*Un pensiero, se non riesci ad amputarlo, ti conviene trovare il modo di viverlo un po'. Con i pensieri se no, soprattutto con quelli d'amore o di morte, si può anche diventarci pazzi.
 
==[[Incipit]] di ''Laalcune guerra dei figli''opere==
== [[Incipit]] di =''L'amore che dura'' ===
Non si guarda mai allo specchio con apprensione, un’occhiata rapida come per prendere la mira prima di lavarsi con l’acqua fredda, prima di insaponarsi col sapone di Marsiglia. Tutte le mattine si veste al buio, si infila, svelta, nei pantaloni preparati la sera prima, tira su a strappi la calzamaglia che poi toglie nel bagno privato cui ha accesso soltanto da un anno, da quando è vicepreside con funzioni di dirigente scolastico perché il preside sta morendo di melanoma. Tutte le mattine indossa una camicia un maglione e una pagina di giornale sotto il maglione perché va al lavoro in motorino, anche in inverno. E conosce il freddo. Conosce il freddo, conosce la fretta, conosce le sveglie all’alba perché la scuola è a Colli Aniene.
 
===''La guerra dei figli''===
Alle [[nove di sera]] la [[Cucina (architettura)|cucina]] è da considerarsi zona neutra, deserta come il teatro di una battaglia conclusa. I resti della cena sono stati riposti, avvolti dentro pezze di tela e sistemati nella ghiacciaia, accanto ai blocchi celesti che si comprano al mattino. Il tavolo è stato sparecchiato, i piatti lavati sgocciolano sul marmo del lavello. Soltanto l'odore del riso con l'uovo e la fontina, quel riso giallo che si appiccica al palato, restituisce la stanza alla sua funzione. C'è una pace intensamente precaria, pace di tutti filati via. Emma per prima.
 
== [[Incipit]] di ''L'amore che dura'' ==
Non si guarda mai allo specchio con apprensione, un’occhiata rapida come per prendere la mira prima di lavarsi con l’acqua fredda, prima di insaponarsi col sapone di Marsiglia. Tutte le mattine si veste al buio, si infila, svelta, nei pantaloni preparati la sera prima, tira su a strappi la calzamaglia che poi toglie nel bagno privato cui ha accesso soltanto da un anno, da quando è vicepreside con funzioni di dirigente scolastico perché il preside sta morendo di melanoma. Tutte le mattine indossa una camicia un maglione e una pagina di giornale sotto il maglione perché va al lavoro in motorino, anche in inverno. E conosce il freddo. Conosce il freddo, conosce la fretta, conosce le sveglie all’alba perché la scuola è a Colli Aniene.
 
== Citazioni su Lidia Ravera ==
 
==Bibliografia==
 
* Lidia Ravera, Marco Lombardo Radice, ''Porci con le ali'', Editrice l'Unità, 1993.
*Lidia Ravera, ''L'amore che dura'', Giunti Editore S.p.A. / Bompiani, 2019. ISBN 9788858781951
 
*Lidia Ravera, ''La guerra dei figli'', Garzanti, 2009. ISBN 9788811683667
*Lidia Ravera, ''L'amore che dura'', Giunti Editore S.p.A. / Bompiani, 2019. ISBN 9788858781951
 
==Altri progetti==