Differenze tra le versioni di "Marie-Louise von Franz"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  1 mese fa
m
m (fix)
==Citazioni di Marie-Louise von Franz==
*Ciò che la civiltà femminile dovrebbe ricercare è una liberazione dall’animus e non dagi uomini. Questo sarebbe la liberazione della donne. E la vostra femminilità si curerebbe da sola.
:''One should found a women’s liberation society against the animus, not against men. That would be women’s liberation. And then your femininity recovers by itself.''<ref>{{en}} A Conversation about C.G. Jung and his Work with Marie-Louise von Franz, (1977) part 2, by Suzanne Wagner, C.G. Jung Institute Los Angeles 2011</ref>
<ref>{{en}} A Conversation about C.G. Jung and his Work with Marie-Louise von Franz, (1977) part 2, by Suzanne Wagner, C.G. Jung Institute Los Angeles 2011</ref>
*Entro certi limiti bisogna essere un po’ infettati, o essere stati già infettati, se si vuole capire il paziente, altrimenti non si capisce niente. Mi ricordo una storia: a un mio collega che voleva diventare analista e chiedeva a Jung “Ce la posso fare?” Jung rispose “Sì, penso che Lei abbia il talento necessario. C’è solo un problema: Lei è un po’ troppo normale.” E io che conoscevo il collega molto bene ero d’accordo perché sapevo che quando il paziente perdeva la testa il collega si spaventava… perdeva tutta la sua empatia. Io sono più pazza del mio collega quindi sono già in crisi normalmente e perciò posso continuare a sentire a modo mio le persone già matte, mentre il mio collega è così normale che si allontana. E’ per questo che noi psicologi siamo un po’ pazzi e questo è molto utile.<ref>Da Intervista di Ottavio Rosati su psicodramma e immaginazione attiva [http://www.plays.it/ipod/scritti/ottavio-rosati/310-intervista-a-marie-louise-von-franz-su-psicodramma-e-immaginazione-attiva per Rai radio3, testo su Plays.it]</ref>
*Il concetto di sincronicità implica il senso, non si può trovare il senso senza il sentimento. È questo l’elemento che unisce l’intelletto ed il cuore: è stato per me fondamentale constatare l’esistenza, scoperta dai cinesi, dei numeri qualitativi, cioè dei numeri che esprimono sfumature sentimentali invece che quantità. È stata soprattutto la scoperta dei documenti cinesi che mi ha aiutata a poter esprimere ciò che volevo trovare. <ref name=temenosC>Dall'intervista di Nadia Neri per la Rivista di psicologia analitica 1982 ''[https://www.temenosjunghiano.com/marie-louise-von-franz// Temenos]''</ref>
26 888

contributi