Differenze tra le versioni di "God of War III"

{{cronologico}}
*Annotazione: Un incarico per gli Dèi! Questa sarà la mia opera più grande. In cambio della costruzione di un dispositivo per proteggere ciò che ha di più prezioso, Zeus mi ha debitamente promesso ciò che è più prezioso per me. Il ritorno di mio figlio Icaro. - Dedalo, Giorno 1 ('''Dedalo''')
*Annotazione: Zeus mi chiede l’impossibile. Non capisce che più mi pressa, più la mia visione mi scivola tra le dita, eppure il pensiero di mio figlio non svanisce mai. Le proporzioni di questo progetto sono inaudite e io sono continuamente alla ricerca di una fonte di energia all'altezza. Smontare queste statue di Efesto è stata un’inutile perdita di tempo. Sembra che solo l’originale abbia qualche valore. Domani chiederò delle Fiamme di Ade. - Dedalo, Giorno 452 ('''Dedalo''')
*Annotazione: Sì! Combinando il Dono di Borea con le Fiamme {{NDR|di Ade}} ho ottenuto un’incredibile energia nuova! Le Muse e il desiderio di vedere guidano la mia mano, ma non posso fare a meno di prendermi una pausa. Il dolore straziante che causerà questa mia invenzione... Rabbrividisco al pensiero. Prego che nessuno sia abbastanza folle da cercare di prendere a Zeus ciò che è suo. Sembra che abbia di nuovo creato qualcosa che sarebbe meglio non usare. Una lezione che spesso si apprende troppo tardi... - Dedalo, Giorno 1026 ('''Dedalo''')
*Annotazione: Il mio Labirinto, ciò che io chiamo la mia creazione, rasenta la perfezione. Sento crescere la gelosia dell’altro Dio di pari passo con l’impazienza di Zeus. Ho già raggiunto la perfezione una volta, mio amato Icaro, con te, e anche quella mi è stata strappata. - Dedalo, Giorno 2782 ('''Dedalo''')
*Annotazione: Figlio mio, ti delizierà vedere come il Labirinto offuschi tutto il resto sull'Olimpo! Anche la Catena dell’Equilibrio non è che un mero strumento per completare le mie opere. Come si riempirebbero queste vuote caverne con la tua risata... anche se non sono così vuote come credevo all'inizio. Altri operai sono stati trovati morti oggi. Il sangue si mescola spesso alla malta. Non è così che va il mondo? - Dedalo, Giorno 4319 ('''Dedalo''')
*Annotazione: Oggi ho sigillato il tesoro di Zeus nel Cuore del Labirinto. Non mi sembra giusto sacrificare un figlio per ottenerne un altro. Però farò di tutto perché Zeus mantenga la sua parola. Non pensare male di me, Icaro. Abbiamo troppo da perdere. Che siano i filosofi a parlare di morale, mentre noi inventori inventiamo. - Dedalo, Giorno 4434 {{NDR|A giudicare dai 4603 giorni di lavoro, per completare il Labirinto ci sono voluti dodici anni e sei mesi. Questo implica che sono passati dodici anni e sei mesi da quando Kratos ha sconfitto Ares}} ('''Dedalo''')
*Annotazione: Ragazzo mio! Il Labirinto è quasi completato. Perché non sei ancora venuto da me? Insieme voleremo. Suppongo che le folate che risalgono naturalmente lungo la Catena siano più che sufficienti per... Zeus mi ha convocato. Devo sovrintendere alla fasi finali. - Dedalo, Giorno 4603 {{NDR|A giudicare dai giorni, ha lavorato sul Labirinto per dodici anni e sei mesi. Questo implica che sono passati dodici anni e sei mesi da quando Kratos ha sconfitto Ares}} ('''Dedalo''')
 
==''Capitolo 33 - I Giardini dell'Olimpo''==
2 062

contributi