Differenze tra le versioni di "Milovan Gilas"

1 934 byte aggiunti ,  1 anno fa
(Corretto: "sopravviverà")
*La [[Guerra in Bosnia ed Erzegovina|guerra che si combatte oggi in Bosnia-Erzegovina]] non è altro che la continuazione della Seconda guerra mondiale, ma questa volta senza i comunisti, senza i partigiani.<ref name="titoilgrande">Citato in [https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1993/07/22/all-ombra-di-tito-il-grande.html?ref=search All'ombra di Tito il grande], ''Repubblica.it'', 22 luglio 1993</ref>
*Ci sono solo tre nazionalismi: il serbo, il croato, il musulmano. Un nuovo fascismo, diverso da quello italiano o dal nazismo: un fascismo anarchico, violento, intollerante. Il vecchio banditismo politico balcanico, che l'Occidente non ha saputo riconoscere: con questa gente puoi pure negoziare, ma raggiungere un compromesso è impossibile.<ref name="titoilgrande"/>
 
{{Int|Da ''[https://archivio.unita.news/assets/main/1987/11/28/page_002.pdf Gli Stati jugoslavi]''|Intervista di Gabriel Bertinetto, ''L'Unità'', 28 novembre 1987}}
*Non è immaginabile un regime militare in Jugoslavia. Se vi si arrivasse la situazione peggiorerebbe. I non serbi penserebbero: ecco si torna all'egemonia serba. I serbi stessi per lo più rifiuterebbero una dittatura militare
*È vero che con Tito siamo diventati il più liberalizzato dei paesi socialisti, ma in fondo il sistema non è cambiato. Resta il monopolio di un partito in tutti i campi della vita, soprattutto l'economia e il governo.
*Non sottovaluto gli sforzi di [[Michail Gorbačëv|Gorbaciov]], e tuttavia non sono euforico. Ha fatto certe promesse ma non puà andare molto oltre.
*I paesi socialisti devono liberarsi da vecchi schemi il monopolio politico del partito, l'idea che nazionalizzare i mezzi di produzione risolva tutti i problemi, l'illusione di potersi isolare dal mondo esterno, l'idea nei paesi multinazionali di poter risolvere le questioni nazionali una volta per tutte.
*Io mi sento un patriota jugoslavo, mi sento un cosmopolita. [...] Non sono indignato con i miei ex compagni. Non ambisco a diventare un leader. Sono soddisfatto del mio destino.
*In Jugoslavia non c'è nulla da distruggere completamente, ma neanche nulla che non vada cambiato. L'autogestione inizialmente aveva aspetti positivi indebolire la burocrazia e orientare l'economia verso il mercato. Ma nella vita politica l'autogestione non può avere nessun ruolo. L'opinione che l'autogestione risolva tutto è un'utopia, il che non significa che sia inefficace.
*Lo sloga della fraternità e unità dei popoli jugoslavi, che un tempo aveva un ruolo ideologico-emozionale, oggi non ha più nessuna funzione. Lo jugoslavismo, nostro ideale durante la guerra, ora è morto. Può esistere ancora un'idea di jugoslavismo, solo se c'è parità tra i singoli Stati.
 
{{Int|Da ''[https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1988/10/20/gilas-qui-il-comunismo-non-potra-sopravvivere.html "Qui il comunismo non potrà sopravvivere"]''|Intervista di Edward Steen, ''Repubblica.it'', 20 ottobre 1988}}
22 603

contributi