Differenze tra le versioni di "Friedrich Schiller"

<!-- Ordine alfabetico, perché "Wallenstein" è in realtà una trilogia. -->
*Al cuore estasiato solo il mondo sereno dei prodigi può dare una risposta, rivelare gli eterni spazi, con opulenza porgere i mille rami, ove l'inebriato spirito beatamente si culla. La favola è la patria dell'amore, le piace vivere tra fate, talismani, e credere negli dèi, poiché essa è divina. (III, 4)
*Chi non [[rischio|arrischia]] non può sperare. (I, VII; 1969)
*È lo spirito che foggia il corpo a sua immagine. (da ''La morte di Wallenstein'', III, 13)<ref name=sordi>Citato in ''Dizionario delle citazioni'', a cura di Italo Sordi, BUR, 1992. ISBN 88-17-14603-X</ref>
*I sentimenti ci nobilitano, non l'opinione del mondo. (da ''La morte di Wallenstein'', IV, 8)<ref name=sordi/>
*Il buon angelo dell'uomo è il [[tempo]]. (''La morte di Wallenstein'', V, XI; 1969)
*''In un cerchio ristretto lo spirito si restringe: | l'uomo cresce col crescere dei suoi scopi''. (da ''L'accampamento di Wallenstein'')<ref name=sordi/>
*L'uomo è fatto di cose ordinarie, e l'[[abitudine]] è la sua balia.
:''Denn aus Gemeinem ist der Mensch gemacht | Und die Gewohnheit nennt er seine Amme''.
*La posterità non intreccia [[ghirlanda|ghirlande]] per gli [[imitazione|imitatori]].
*La [[vita]] è seria, l'[[arte]] è gaia.
*''Ogni delitto | porta in sé, dentro il suo impulso, un angelo | vendicatore: l'angoscia dell'attesa''. (da ''La morte di Wallenstein'', I, 7)<ref name=sordi/>
*Qual è il significato più breve di un lungo discorso?
:''Was ist der langen Rede kurzer Sinn?'' (da ''I Piccolomini'', I, 2)<ref>Spesso come: ''Langer Rede kurzer Sinn'', o anche ''Lange Rede, kurzer Sinn''.</ref>
*''Un carattere coerente con se stesso | è sempre nel giusto. | Contraddirsi: l'unico torto è questo''. (da ''La morte di Wallenstein'')<ref name=sordi/><ref>Citato in ''Focus'', n. 95, p. 154.</ref>
 
==[[Incipit]] di alcune opere==
44 513

contributi