Differenze tra le versioni di "Georges Jacques Danton"

 
==Citazioni su Georges Jacques Danton==
*Come tutti gli statisti in tempo di guerra, Danton vedeva nel terrore uno strumento politico indispensabile. Finché nemici stranieri calpestavano il suolo di [[Francia]], non era ammissibile alcuna discordia tra i francesi. ([[Herbert Fisher]])
*Danton, condannato a morte e portato alla ghigliottina, diceva che sarebbe stato molto meglio per lui essere stato un povero pescatore, che aver governato gli uomini. Terribile e tardivo disinganno! ([[Mariano José Pereira da Fonseca]])
*Danton era uno statista e un patriota superiore ai rivoluzionari del suo tempo: possedeva il senso delle esigenze essenziali, uno spirito libero da illusioni e una capacità rara di azione risoluta. ([[Herbert Fisher]])
*{{NDR|[[Georg Büchner]]}} Nel suo dramma, ''La morte di Danton'', Danton è rappresentato come uomo vigoroso, di solido buon senso, che sceglie di godere i frutti di una rivoluzione che reputa ormai conclusa; mentre Robespierre, un fanatico di idee ristrette, che si crede più giusto e virtuoso degli altri, è pericolosamente convinto – ma non riesce a convincere Danton – che la rivoluzione debba continuare. ([[George Rudé]])