Differenze tra le versioni di "Iosif Stalin"

625 byte aggiunti ,  1 anno fa
(→‎Citazioni su Iosif Stalin: Malcolm Mackintosh)
*Oggi viene dipinto come un reciproco di [[Hitler]], il suo nome serve a combattere il [[comunismo]]. Il solo suo ricordo fa però tremare i padroni. Ha edificato il primo paese socialista e senza di lui il nazismo avrebbe vinto. Il suo nome russo si traduce in “acciaio”. Stalin, terrore dei fascisti e dei falsi comunisti. Onore e gloria a te! ([[Marco Rizzo]])
*Per costruire un paese, Stalin fu costretto a usare la forza e uccidere. ([[Zulfiqar Ali Bhutto]])
*Pochi avvenimenti contribuirono a determinare la situazione dell'Armata rossa nel 1941 in misura maggiore della distruzione sistematica dell'alto comando sovietico condotta a termine da Stalin nel periodo 1937-39. La principale ragione che spinse Stalin ad epurare l'esercito fu il desiderio di rafforzare la sua posizione di capo assoluto dell'Unione Sovietica; e poiché l'esercito aveva armi e, per di più, capi che non dovevano posizione, autorità o prestigio a Stalin, quei capi dovevano essere eliminati, proprio come avevano dovuto essere eliminati i suoi colleghi di partito nel 1936-37. ([[Malcolm Mackintosh]])
*Posso dire di essermi inteso bene col maresciallo Stalin. È un uomo che unisce una determinazione impressionante e senza deviazioni a un gagliardo buon umore. Credo sia l'autentico rappresentante del cuore e dell'anima russa e che potremo andare molto d'accordo sia con lui sia con il popolo russo. ([[Franklin Delano Roosevelt]])
*Questa conferenza {{NDR|''Le concezioni Hegeliane'' tenuta da Kojève il 4 dicembre 1937 al Collège de Sociologie}} ci sconvolse, non solo per il vigore intellettuale di [[Alexandre Kojève|Kojève]], ma per le sue stesse conclusioni. Lei {{NDR|[[Lapouge]]}} ricorderà che [[Georg Wilhelm Friedrich Hegel|Hegel]] parla dell'uomo a cavallo che segna la fine della storia e della filosofia. Per Hegel, quell'uomo era [[Napoleone Bonaparte|Napoleone]]. Ebbene! Kojeve ci svelò quel giorno che Hegel, pur avendo avuto una giusta intuizione, si era sbagliato di un secolo: l'uomo della fine della storia non era Napoleone, ma Stalin. ([[Roger Caillois]])
27 878

contributi