Differenze tra le versioni di "Luigi Cibrario"

Storia di Torino: incipit
(→‎Explicit: sic forme desuete)
(Storia di Torino: incipit)
===[[Explicit]]===
Per quanto si è venuto discernendo ed osservando, parmi che si possa a buon {{sic|dritto}} {{sic|conchiudere}}: che il Carmagnola fu condannato, non come traditore, ma come sospetto di tradimento; non per la rotta fede, ma per la paura che i Veneziani avean di lui; e che questa mercede gli fu data delle due province che la vittoriosa sua mano aveva aggiunte ai dominii della repubblica. <!--(p.46)-->
 
==[[Incipit]] di ''Storia di Torino''==
La Bibbia, anche a considerarla solo dal lato umano, è certamente il libro delle più antiche e sicure tradizioni storiche; e là si dee cercare la genealogia de' popoli, in que' figli e nipoti di Noè, cui fu data dopo il diluvio ad abitar la terra vacua e senza nome, e che scompartiti prima in famiglie, poi in tribù, poi in genti, ai luoghi in cui ebbero stanza temporaria o perenne, ne lasciarono la traccia spesso inavvertita nelle appellazioni che ricordano appunto la varietà di quelle primitive razze.
 
==Bibliografia==
25 549

contributi