Differenze tra le versioni di "Arthur Rimbaud"

m
winks
(→‎Opere: + {{Pedia|Lettera del Veggente||(1871)}})
m (winks)
 
*All'idea di cercare teatri in questo circo, mi rispondo che le botteghe devono contenere drammi abbastanza cupi. (da ''Città''<ref>La terza delle tre poesie omonime.</ref>; 2001, p. 151)
*Ma la Vampira che ci tiene buoni ci ordina di divertirci con ciò che ci lascia, oppure di essere più buffi.<br />Rovinare verso le ferite, nell'aria spossante e nel mare; verso i supplizi, nel silenzo delle acque e dell'aria micidiali; verso le torture che ridono, nel loro silenzio atrocemente burrascoso. (da ''Angoscia''; 2001, p. 169)
*Come un dio dagli enormi occhi azzurri e dalle forme di neve, il [[Cielo e mare|mare]] e il [[Cielo e mare|cielo]] attirano sulle terrazze di marmo la folla delle giovani e forti rose. (da ''Fiori''; 1994)
*Per Elena congiurarono le linfe ornamentali nelle ombre vergini e i chiarori impassibili nel silenzio astrale. L'ardore dell'[[estate]] fu affidato a uccelli muti e l'indolenza richiesta a una barca di lutti senza prezzo attraverso anse di amori morti e profumi estenuati. (da ''Fairy''; 1994)
 
27 085

contributi