Differenze tra le versioni di "Charles Baudelaire"

m
+wikilink
m (+wikilink)
 
===Citazioni===
*Prime impressioni. Si dice che ogni città, ogni paese ha il suo odore. Parigi, dicono, odora o odorava di cavolo acido. Il Capo odora di agnello. Ci sono isole tropicali che odorano di rosa. di muschio o di olio di cocco. La Russia odora di cuoio. Lione odora di carbone. L'[[Oriente]], in genere, odora di muschio e di carogna. Bruxelles odora di sapone nero. Le camere d'albergo odorano di sapone nero. I letti odorano di sapone nero. I marciapiedi odorano di sapone nero. Lavaggio delle facciate delle case e dei marciapiedi anche quando piove a fiotti. Mania nazionale, universale. (da ''II.Bruxelles. Fisionomia della Strada'', p 7)
*Pochi marciapiedi o marciapiedi interrotti (conseguenza della libertà individuale, spinta all'estremo). Selciato spaventoso. Nessuna vita per strada. – Molti balconi, nessuno ai balconi. Gli ''specchi per spiare'', segno di noia, di curiosità e di mancanza di ospitalità. Tristezza di una città senza fiume. (da ''II.Bruxelles. Fisionomia della Strada'', p 7)
*Qui la spezia è il [[cetriolo]]. (da ''II.Bruxelles. Fisionomia della Strada'', p 8)