Differenze tra le versioni di "Gordon R. Dickson"

 
===''Lo chiamerai «Signore»''===
Come il sole non poteva mancare di sorgere sulle colline del Kentucky, così Kyle Arnam non poteva mancare di svegliarsi. Ci sarebbero state undici ore e quaranta minuti di luce. Kyle si alzò, si vestì, e uscì a sellare il mite cavallo grigio e l'impetuoso stallone bianco. Cavalcò lo stallone, finché il primo impeto tumultuoso non fu uscito dal collo candido e arcuato; e poi condusse entrambi gli animali davanti alla porta della cucina, e li legò alla sbarra. Poi entrò a fare colazione.
 
===''Soldato non chiedere''===
«Cantami, o diva, del Pelide Achille l'ira funesta...»: un'ira di trentaquattro secoli fa. Qui invece comincia la storia della ''mia ira''. Io, terrestre, contro la gente di Associazione e Armonia, la genia militare dei coscritti fanatici vestiti di nero dei due cosiddetti pianeti Amici.<ref>Citato in Giacomo Papi, Federica Presutto, Riccardo Renzi, Antonio Stella, ''Incipit'', Skira, 2018. ISBN 9788857238937</ref>
 
==Bibliografia==
26 785

contributi