Differenze tra le versioni di "Arrigo Cipriani"

== Citazioni di Arrigo Cipriani ==
 
* Finalmente [...] rivedo quanto sia vasta questa città. Il bacino di San Marco, i ponti degli Schiavoni: prima sembravano stretti, ora rivelano la loro ampiezza. Il problema però non è il vuoto: finita la [[Pandemia di COVID-19 del 2019-2020|pandemia]], sarà restituire a [[Venezia]] l’anima originaria.<ref name=":0">Citato in Giapaolo Visetti, ''L’ultima ora di Venezia'', ''la Repubblica'', 26 aprile 2020, p. 21.</ref>
* Il giorno in cui [[Venezia]] ha chiuso per [[Pandemia di COVID-19 del 2019-2020|virus]] [...] resterà indimenticabile. Studenti, camerieri, cuochi e commessi in fuga. Questione di ore e un po’ di vita è rimasta solo a Castello, a Santa Marta e a San Giobbe. Il resto, un deserto. Quando ero bambino la città somigliava a una casa, le calli erano i corridoi e i campi i salotti. Siamo stati una comunità, si viveva ovunque e insieme. Sono gli esseri umani la leva spirituale che permette di superare gli snodi cruciali. Per la prima volta Venezia e la laguna oggi si rendono conto che i soldi non bastano: senza i loro abitanti sono al capolinea.<ref name=":0" />
 
==[[Incipit]] di ''Anch'io ti amo''==
2 394

contributi