Vento: differenze tra le versioni

34 byte aggiunti ,  2 anni fa
m
+wikilink
mNessun oggetto della modifica
m (+wikilink)
*Ma il vento, quel vento di fine settembre, che fino ad allora si era aggirato di soppiatto intorno alla casa, aprì con violenza i battenti delle finestre, fece sventolare le tende e, come se portasse notizie da lontano, sfiorò e mosse ogni cosa nella stanza. Quindi spense la fiamma della candela. È l'ultima cosa che rammento. Ricordo ancora vagamente che più tardi Nanu chiuse le finestre, e io mi addormentai. ([[Sándor Márai]])
*Mi sembra duro pensare che il rumore del vento tra le foglie non sia un oracolo. ([[Simone Weil]])
*''Quali dal vento le gonfiate [[vela (sistema di propulsione)|vele]] | caggiono avvolte, poi che l'alber fiacca, | tal cadde a terra la fiera crudele.'' ([[Dante Alighieri]], ''[[Divina Commedia]]'')
*Se sentissi il vento come lo sento io ora, vedresti che non tutto è corrotto. ([[Arthur Cravan]])
*Sedevamo bevendo tè giallo oro, caldo, profumato. Il tè dissipava la fresca umidità della sera d'aprile. Guardavamo fuori in silenzio lo splendore della pianura. Il vento del bosco veniva dalle montagne e dalle colline, e dal mondo che all'imbrunire si riposava! O effimero [[Uomo]], il vento del bosco verrà dalla collina e dalle montagne, in eterno – –. ([[Peter Altenberg]])