Differenze tra le versioni di "Miguel de Cervantes"

m
+wikilink
m (+wikilink)
*[...] una delle doti della [[prudenza]] è che quello che si può ottenere con le buone non si voglia avere con le cattive [...]. (Don Chisciotte; XXII; 2007)
*[...] è proprio di gente bennata l'essere riconoscente dei [[Beneficio|beneficî]] che si ricevono ed uno dei peccati che più offende Dio è l'[[ingratitudine]]. (Don Chisciotte; XXII; 2007)
*[...] la [[sfortuna|malasorte]]] però, la quale a giudizio di coloro che non sono illuminati dalla vera fede, ogni cosa guida, prepara e regola a suo modo. (XXIII; 2007)
*[...] [[Beneficenza|fare del bene]] ai villani è come gettare acqua nel mare. (Don Chisciotte; XXIII; 2011)
*[...] ritirarsi non è fuggire, né aspettare è assennatezza quando il pericolo sorpassa la speranza. (Sancho; XXIII; 2007)