Differenze tra le versioni di "Libro dei Proverbi"

nessun oggetto della modifica
(fix ultimo ins.)
*''Come il cane torna al suo vomito, | così lo stolto ripete le sue stoltezze.'' (26, 11; 1974)
*''Chi ha cura del suo [[fico]] ne mangia i frutti; | chi veglia sul suo padrone sarà onorato.'' (27, 18; 2010)
*''Meglio il povero che cammina nella sua integrità, | che il perverso che cammina nella doppiezza, ed è ricco.'' (28, 6; 1994)
*''Chi copre le sue [[Colpa|colpe]] non prospererà, | ma chi le confessa e le abbandona otterrà misericordia.'' (28, 13; 1994)
*''Tre cose mi sono difficili, | anzi quattro, che io non comprendo: || il [[sentiero]] dell'aquila nell'aria, | il sentiero del serpente sulla roccia, | il sentiero della nave in alto mare, | il sentiero dell'uomo in una giovane.'' (30, 18 – 19; 1974)