DuckTales (serie animata 2017): differenze tra le versioni

* '''Gaia''': Ognuno di noi, dica a turno, qualcosa di carino su un famigliare! Ragazzi?<br>'''Quo''': Ah, bene. Inizio con zio Paperino, perché... è davvero legato alla famiglia, diversamente da altri.<br>'''Qui''': Sì, ed è molto premuroso.<br>'''Qua''': E anche affettuoso.<br>'''Paperino''': Ahhh...<br>'''Jet''': Mi piace come è vestito.<br>'''Gaia''': Sì, d'accordo. Lo amiamo tutti, Paperino. Ma che ne pensate di un parente che non è qui e che ha superato gli ottanta e che è ultra ricco?<br>'''Quo''': Che avete in mente, voi due?<br>'''Jet''': Niente...<br>'''Tata''': Gaia? Jet? Devo dirvi due parole. {{NDR|Escono dalla stanza}} Avete teso una trappola a tutti, vero? Volete manipolare Paperone e i ragazzi per indurli a riunirsi contro la loro volontà? Beh, ci sto anch'io.<br>'''Gaia e Jet''': Davvero? <br>'''Tata''': Se non faranno pace da soli li convinceremo noi. Avete invitato Paperone, giusto?<br>'''Gaia''': Sì, però è in ritardo.<br>'''Tata''': Ok. Io intanto mi occupo di Paperino e i ragazzi. Sono un ex agente segreto e una nonna. So come fare leva sui sensi di colpa.
* '''Lenamelia''': Mi scusi, sono curiosa: com'è quel tè?<br>'''Paperone''' {{NDR|Paperone getta a terra il tè avvelenato, depresso}}: È finito. Come la mia vita.<br>'''Amelia''' {{NDR|Fra sé e sé}}: Allora non sta fingendo: è diventato davvero un rottame umano! Come osi farmi pena!? Sono quindici anni che sogni di eliminarti, ma non così!<br>'''Paperone''': Avanti, fila ora. Lasciami autocompatire in pace.<br>'''Lenamelia''': Basta, si svegli! Lei ha conquistato Testaquadra! Ha trovato la Corona Perduta dei Mongoli! È arrivato a sconfiggere oscure forze del male molto molto potenti! Non le serve la famiglia: lei è Paperon de' Paperoni! Agisca come tale!<br>'''Paperone''': È vero: sono Paperon de' Paperoni! Ho vissuto centinaia di avventure senza di loro. Io non ho proprio bisogno di nessuno!<br>'''Lenamelia''': Esatto, le stavano tutti intorno. L'hanno sfruttata, volevano indebolirla, trasformandola in un inerme altruista.<br>'''Paperone''': Tornerò quello di una volta. Un Paperone duro, motivato, folle, che se la cava da solo! Non ho bisogno di Paperopoli, della villa o del Deposito! Ricomincerò da zero! Non mi servono questi occhialetti, il cilindro di seta fatto a mano, queste ghette di raso e la vestaglia! Sì! Sì! Via tutto! Non ho bisogno di niente!<br>'''Lenamelia''': No! Non ha bisogno neanche del suo decino!<br>'''Paperone''': Ma che sciocchezza: al decino non rinuncio.<br>'''Lenamelia''': Ha detto che vuole ripartire da zero. Su, lo dia a me, ci penserò io a buttarlo via.<br>'''Paperone''': Mi chiedo, come mai, una ragazzina sia così interessata a mettere le mani sulla mia vecchia Numero Uno. Forse è meglio che tu vada. {{NDR|Lenamelia lo attacca}} Lena, ma che fai!? Sei impazzita!? [...] {{NDR|Lenamelia prende il decino proprio mentre avviene l'eclissi e Amelia si separa da Lena e torna alla sua forma originale}} Ehi, ma cos- Non è possibile.<br>'''Amelia''': ''Accresci il mio potere, buia eclissi. Libera la mia forma dagli abissi. Si desti la magia addormentata. La Regina delle Ombre è di nuovo tornata!'' {{NDR|[[Incantesimi dalle serie televisive|Incantesimo]]}} Sì! La magia! Il corpo! Ancora insieme! Ciao, Paperonuccio. Mi sei mancato. <br>'''Paperone''': Amelia la fattucchiera. Tu, miserabile progenie di una stirpe sciagurata! Come hai fatto a liberarti?<br>'''Amelia''': Chiedilo all'amica della nipotina della tua tata. Hai un'organizzazione famigliare confusa. <br>'''Lena''': Ti sei ripresa il tuo corpo, ora lasciaci in pace!<br>'''Paperone''': Sì! Sparisci, strega rapace!<br>'''Amelia''': Dai, ma sono appena arrivata.
*'''Tata {{NDR|Togliendo un dolce fatto da lei dal tavolo}}''': Oh, scusate tanto: non ho pensato che fosse il dessert preferito di Paperone. Non voglio ricordarvi di quell'individuo che ha causato la sparizione di vostra madre, anche se è stata una disgrazia e lui l'ha cercata per dieci lunghi anni tornando poi a casa distrutto e quasi in bancarotta.<br>'''Qua''': Quasi in bancarotta? Sul serio?<br>'''Tata''': È logico, ragazzi, che siate arrabbiati per la scomparsa della vostra mamma. E così avete pensato di allontanarvi anche da un altro componente della famiglia. Bella mossa. Molto sensata e razionale.<br>'''Quo''': Sì, hai centrato il punto.<br>'''Tata''': Già, abbandonate al loro destino Paperone e tutti gli altri vostri parenti e vedrete, che così, le cose si sistemeranno.<br>'''Jet''': No! Succederà tutto il contrario!<br>'''Tata''': Ma è giusto ricordare che Paperone si è chiuso in sé stesso quando è riaffiorato il problema della sparizione di Della. Una tragedia che allora logli segnò pesantemente la vita. Perché la famiglia, per lui, contava più di ogni altra cosa. E forse è ancora così. Ma io son solo la tata, che posso saperne?<br>'''Jet''': Oh, tanto! Lei sa tante cose!
*'''Paperone''': Ti abbiamo accolto in casa nostra e ne hai approfittato per liberare quell'orrendo mostro!<br>'''Lena''': È mia zia: mi ha costretto a farlo.<br>'''Paperone''': Umph... i parenti... esseri inutili. Mi hanno lasciato in balia di questa strega!<br>'''Lena''': La smetta! Amelia è solo qui perché lei ha mandato via i suoi. La mia è una famiglia tremenda, la sua, invece, è meravigliosa. Litigate, vi mettete nei guai, ma non importa perché, tra di voi, c'è affetto, i volete bene. Vorrei averla io, la sua famiglia.<br>'''Paperone''': Hai ragione, ragazzina. Dammi una mano a riprendermela e potrai farne parte anche tu! [...] E ora... {{NDR|Si accorge che Amelia li ha osservati per tutto il tempo}} Oh!<br>'''Amelia''': Vi stavo osservando pianificare un trionfale ritorno invano. Che tristezza... Dov'ero rimasta? Ah, sì. Vendetta! {{NDR|Lena ritorna alla sua forma originale, l'ombra di Amelia, e Paperone viene rinchiuso nella Numero Uno}}
*'''Quo''': Quindi tutto questo mirava sul farci tornare sui nostri passi? Fiato sprecato! A questo punto è troppo tardi. Domani partiamo con la nostra vera famiglia e fine! Vero, zio Paperino?<br>'''Paperino''': ...no. Dice bene, Tata: lo zio ha bisogno di noi e noi di lui. La divisione della famiglia è durata troppo. Basta discussioni. Facciamo pace.
342

contributi