DuckTales (serie animata 2017): differenze tra le versioni

(correggo)
*'''Paperone''' {{NDR|trovando Gaia e Lena nell'Altro Deposito dopo aver preso la Numero Uno}}: Volete spiegarmi che cosa ci fate voi due qui dentro!?<br>'''Gaia''' {{NDR|controllando la targa della camera blindata da cui Paperone è uscito}}: Ma certo! La Numero Uno l'ha messa qui, nella stanza numero 1. Dah!<br>'''Paperone''': Nessuno controlla la prima stanza. Ma voi non dovreste essere qui a curiosare! L'Altro Deposito è troppo pericoloso.<br>'''Lena''': È colpa mia: volevo vedere la Numero Uno, ho sentito che l'avrebbe portata qui e...<br>'''Gaia''': Scusa, Zio Paperone.<br>'''Paperone''': Sai bene che se vuoi una cosa non devi far altro che chiedere. Devi essere sincera con me. E se ti fossi persa, ferita o divorata il drago?<br>'''Gaia''': Oh, mamma. C'è davvero un drago, qui dentro?
*'''Amelia''': Prendi la Numero Uno! Prendila immediatamente! Prendila!<br>'''Lena''': No! I parenti dovrebbero aiutarsi! Non ricattarsi!<br>'''Amelia''': Ti insulteranno e ti chiameranno "mostro"!<br>'''Lena''': Il mostro sei tu e io conosco il cacciatore che può abbatterti. Signor de' Paperoni, aspetti1 Devo dirle una cosa. Mia zia Ame- {{NDR|Amelia prende controllo di Lena}} Ame- ...me...<br>'''Lenamelia''': ...è molto arrabbiata perchè io non vi ho detto dove mi trovavo e quindi devo andare.<br>'''Paperone''': Beh, allora vieni. Ti accompagniamo dalla tua famiglia.<br>'''Amelia''': Accidenti, non sapevo di poter fare questo. Più si avvicina l'eclissi e più aumentano di miei poteri!<br>'''Lenamelia''': Me la prenderò da sola, la Numero Uno. Ehi, gente, dove tenete i coltelli affilati?
 
=== Episodio 20, ''I pirati dell'aria'' ===
 
* Stai rovinando questa caccia al tesoro con la tua cultura. ('''Qua''')
* '''Qui''': {{NDR|aiutando Jet nella cabina di pilotaggio}} Ci siamo decisamente persi e... questa bussola è uno sticker?<br>'''Jet''': Ah, ah. I ragazzi li chiamano "sticker", per gli adulti quelli sono adesivi.<br>'''Qui''': Come fai a orientarti?<br>'''Jet''': Istinto! Attenzione! Riflessi pronti... AH! {{NDR|mancano per un pelo una montagna}} E gran sangue freddo!<br>'''Quo''': Avete freddo? Magari vi serve un cappello! Magari come questo ardito e audace chapeau. E volete sapere la sua storia? E altrettanto ardita e audace.<br>'''Qui''': Non so che vuoi fare, ma fallo più tardi: sto cercando di riportare tutti a casa. Questo non è un radar, è un formicaio!?
* Sarò anche uno sporco riccone, ma all'igiene ci tengo! ('''Paperone''')
* Vi parla il temibile pirata Capitan Don Massacre, che vi da il benvenuto in questi accoglienti cieli: preparatevi all'arrembaggio! ('''Don Massacre''')
* '''Don Massacre''': {{NDR|I suoi pirati abbordano il Sun Chaser di Paperone e lo derubano [[Canzoni dalle serie televisive|cantando]] e ballando}} ''Torniamo a me, il bel furfante! | Sono un gentiluomo, affascinante! | Corsaro, feroce, che haaa...<br>'''''Pirati''': ''Un fascino che vi conquisterà!<br>'''''Don Massacre''': E ora si balla! Ah!<br>'''Pirati''': ''È Don Massacre!''<br>'''Don Massacre''': Sono io!<br>'''Paperone''': Fermi... cosa..?<br>'''Pirati''': ''È Don Massacre!'' <br>'''Don Massacre''': Sempre io!<br>'''Pirati''': ''Vi sgraffigniamo il bottino!''<br>'''Pappagallo''': ''Che carino il tuo cappellino!<br>'''''Quo''': Ehi!<br>'''Pirati''': ''Creare uno show, che stretegia! | E poi | Su nel cielo | fuggiamo via!<br>'''''Don Massacre''': Sul nel cielo fuggiamo via! Yo-ho!<br>'''Paperone''': Si può sapere da dove sono sbucati quelli?<br>'''Jet''': Bravi! Bravissimi!
* '''Paperone''': Come hai potuto farti incantare da quell'insulso balletto di quel gigione?<br>'''Jet''': Ma si è fatto incantare anche lei. Tu-tu-tu... ah, non me lo toglierò di testa per tutto il giorno.
* '''Don Massacre''': Siete soddisfatti dell'ultima esibizione? Anche se i voli non erano sincronizzati, l'intonazione lasciava desiderare e alcuni di voi erano in netto ritardo!? Asini! Per colpa vostra, oggi ho fatto la figura del dilettante!<br>'''Pirata''': Ma abbiamo preso il tesoro, Capitano. Non è quello che conta?<br>'''Don Massacre''': È vero, non tutti hanno il senso del ritmo di Don Massacre. Ma ti darò un consiglio per migliorare le piroette. {{NDR|Don Massacre lo stende con un calcio roteante e poi lo getta fuori dall'aeronave}} C'è qualcun'altro che vuole dei consigli?
* '''Don Massacre''': Bene, bene... che cosa abbiamo qui?''<br>'''''Ilda "Monocolo"''': Un infame clandestino!''<br>'''''Don Massacre''': Sì, ovviamente. La mia era una domanda retorica.
* '''Qua''': {{NDR|parlando con il suo riflesso in uno zaffiro che si era tenuto}} Dovrei dire a Zio Paperone che i pirati hanno lasciato questo?''<br>'''''Qua nel riflesso''': No! Tu l'hai recuperato, quindi è tuo adesso!''<br>'''''Qua''': Sì, hai ragione: ora appartiene a me.''<br>'''''Gaia''': Oh, che disastro. Hanno portato via anche lo Zaffiro delle Anime.''<br>'''''Qua''': E cosa sarebbe?''<br>'''''Gaia''': Una grande gemma di inestimabile valore che riflette i tuoi pensieri e i tuoi desideri.''<br>'''''Qua''': E vuoi che Zio Paperone senta la mancanza di un pezzo così piccolo del suo tesoro?''<br>'''''Gaia''': Ha cercato quella pietra azzurra per anni e anni. Oh, io non vorrei essere nei panni di quei pirati, quando li troverà.''<br>'''''Qua''': Zio Paperone non sa che ti ho preso io. Se riesco ad infilarti nel tesoro e poi a fingere di averti trovato, mi permetterà di tenerti!''<br>'''''Qua nel riflesso''': Ah, non so... mi sembra improbabile.''<br>'''''Qua''': Non contraddirmi, perfido Qua. Ti sei rammollito!? Andrà tutto bene.
* '''Brutto-Ceffo''': Chi potrà mai ammirare il mio magnifico arabesque se vivo dentro un aereo?<br>'''Quo''': Uuuh. Molto bello. Sai che ti dico? Uniscilo ad un fuerte e gli altri ti guarderanno.<br>'''Brutto-Ceffo''': Tu credi? Oh, è inutile. Il Capitano non darà mai il consenso.<br>'''Quo''': Perché deve esserci quello sciocco al centro della scena e non noi... ehm... voglio dire... e non voi?<br>'''Meg''': Beh... perché lui è... il capitano.<br>'''Quo''': Bene. E se invece non lo fosse?
* '''Quo''': Andiamo, ricordate quanto odiavamo tutti Don Massacre?<br>'''Meg''': Ma adesso odiamo più te di...<br>'''Don Massacre''': ...me!? [...]<br>'''Quo''': Oh-oh...<br>'''Don Massacre''': I pirati di Don Massacre meritano molto più di questo topo di fogna!<br>'''Meg''': Oh, Capitano...<br>'''Don Massacre''': Sono duro con voi perché so che potete migliorare. Quelli che non lo fanno li elimino. Sarete comparse senza talento, ma siete le comparse senza talento di Don Massacre!
* Bon voyage, Don Massacre! ('''Quo''')
* '''Qua''': Ehi, guardate! Mettendo in serio pericolo la mia incolumità, sono riuscito a salvare lo Zaffiro delle Anime. Il pezzo di maggior valore del tesoro di Zio Paperone.<br>'''Paperone''': Non lo mai sentito.<br>'''Qua''': È la gemma che riflette i tuoi desideri più nascosti.<br>'''Paperone''': Qui dice che costa 29,50 $.<br>'''Qua''': Che cosa!? Tanta fatica per rubare una pietra falsa!?<br>'''Gaia''': Ah, ah! Te l'ho fatta! Questa qui l'ho comprata all'aeroporto! E non mi dire di non seccarti con la cultura: la [[cultura]] è tutto amico mio!
 
=== Episodio 21, ''I segreti del Castello de' Paperoni'' ===
 
* '''Paperone''': Ricordate: niente movimenti bruschi, nessun contatto visivo. Se riuscissero ad accerchiarmi, quegli spietati barbari non mi darebbero scampo.<br>'''Qua''': Non mi sembra un viaggio divertente.<br>'''Quo''': Brughiere nebbiose, avvertimenti, partire all'insaputa di zio Paperino. Ci dici dove stiamo andando?<br>'''Paperone''': Meno sapete e meglio è.
* '''Gaia''': Allora, non gli hai detto che cosa abbiamo scoperto su vostra madre?<br>'''Quo''': Che cosa gli dico esattamente? Che ha preso la Lancia di Selene, non sappiamo che cosa significa e neppure che aspetto abbia? Perché dovrei dirglielo? Per spaventarli inutilmente?<br>'''Gaia''': Per essere... onesto con loro? Mi spieghi perché tu fai sempre così?<br>'''Quo''': Cioé?<br>'''Gaia''': Ogni volta che vuoi ignorare un argomento, guardi nel vuoto e fai finta di pensare. <br>'''Quo''': Cerco di proteggerli dallo scoprire qualcosa che potrebbe turbarli.<br>'''Gaia''': E nascondere un segreto che potrebbe distruggere il vostro legame non li turberebbe?
* '''Paperone''': Ogni cinque anni, le nebbie di Colle Fosco si diradano per rivelare il tesoro perduto dei Cavalieri Templari. State all'erta figlioli: minacce primordiali sono in agguato. È il terrore più infido che abbia mai affrontato.<br>'''Fergus''': Ehi, sgombra all'istante quel vecchio macinino dal mio vialetto, parassita!<br>'''Paperone''': Papà. Mamma...<br>'''Piumina''': Paperoncino!<br>'''Fergus''': Figliolo...<br>'''Piumina''': Oh, Fergus! Guarda che bei ragazzi! Finalmente facciamo conoscenza. [...] Sono lieta di darvi il benvenuto al Castello de' Paperoni.<br>'''Qui''': I tuoi genitori sono ancora vivi?<br>'''Qua''': Per me è incredibile che sia ancora vivo ''tu''.<br>'''Fergus''': Ci fece un incantesimo.<br>'''Paperone''': No! Questo non è esatto: io ricostruii il castello dei nostri antenati per loro... e forse usai delle pietre mistiche dei druidi pagate la metà che, per caso, hanno dato loro l'immortalità. Non sapevo che mi sarei attirato critiche in eterno.<br>'''Fergus''': Sentito!? Ha ammesso di volersi liberare di noi!<br>'''Paperone''': Oh! Avresti preferito morire o essere immortale?<br>'''Fergus''': Né una cosa né l'altra! Un figlio premuroso lo saprebbe.<br>'''Paperone''': Grrr...
* Solo il padrone del castello sa dove è il tesoro dei Templari, ma papà non me lo dirà, se non me ne mostro degno. Quindi teniamo una condotta esemplare, non parlate del tesoro e fate come se ci piacesse stare qui. ('''Paperone''')
* '''Piumina''': Oh, e guardate qui: il piccolo Paperone e Baffino.<br>'''Qui''': Chi è Baffino? <br>'''Piumina''': Lui aveva sempre desiderato un cane, ma eravamo troppo poveri. Perciò risparmiammo per comprare delle ciocche di capelli dal barbiere del luogo. Oh, come adorava il suo Baffino, Paperonuccio.<br>'''Fergus''': Già... e poi chi si sobbarcò le passeggiatine e il vitto?<br>'''Paperone''': Era solo una palla di pelo.<br>'''Fergus''': Come osi parlare così di Baffino!? Lui era uno di famiglia!<br>'''Paperone''': Per mille cornamuse!<br>'''Fergus''': Non imprecare davanti a tua madre!<br>'''Paperone''': Non sono più un ragazzino!<br>'''Fergus''': Allora dimostralo!<br>'''Paperone''': Una sfida a braccio di ferro! Tu ed io!
* Come li proteggo dalla verità se continuano ad aiutarmi a cercarla? ('''Quo''')
* '''Fergus''': Che vergogna!<br>'''Paperone''': Ma che dici? Io mi prendo cura della mia famiglia!<br>'''Fergus''': E a noi ci eviti come la peste!<br>'''Paperone''': Non sei affatto gentile nei confronti della PESTE!<br>'''Fergus''': Vai in camera tua subito!<br>'''Paperone''': Non ho mai abitato al castello!<br>'''Fergus''': Allora va in quella più lontana dalla mia vista!<br>'''Paperone''': Bene! Ne sarò felice!
* '''Quo''': Vuol dire che zio Paperino è sempre stato un fantasma?<br>'''Qua''': No: si fa male troppo spesso per essere un fantasma.
* '''Quo''': Voi due non avete paura?<br>'''Qua''': Meh, con l'avidità si vince la paura.
* '''Qui''': Come lo sai che è della mamma?<br>'''Quo''': Ho fatto delle ricerche su di lei per conto mio... niente di che... ho solo cercato in una biblioteca proibita, fracassato il Sun Chaser, parlato con la dea Selene... in effetti, ascoltandomi, capisco che sembra più brutto di quando ci riflettevo da solo.<br>'''Qui''': Come hai potuto nascondercelo!?<br>'''Quo''': Volevo proteggervi da una scoperta potenzialmente devastante!<br>'''Qui''': O hai tenuto il segreto per sentirti speciale! Non cambi mai. Si tratta di nostra madre!<br>'''Quo''': No, è solo che... all'inizio non ve lo detto perché non volevo ferirvi, poi non ho potuto perché ho scoperto io tutto questo e non volevo che feriste me! Mi dispiace, ok?<br>'''Qui''': Solo perché sei stato scoperto!<br>'''Quo''': ...va tutto bene, fratello?<br>'''Qua''': Era anche nostra madre... non va bene per niente...
* '''Paperone''': Non mi serve il tuo aiuto! Tutto quello che ho, l'ho ottenuto con il ''mio'' lavoro! Tu non mi hai mai dato niente!<br>'''Fergus''': Ti ho dato quella.<br>'''Paperone''': Ugh... la Numero Uno, dici? Papà, me la diede Burt lo scavafossi. Ai tempi in cui facevo il lustrascarpe, lavorai per ore sugli stivali di Burt e lui mi ripagò con un decino americano.<br>'''Fergus''': Chi pensi che glielo abbia dato?<br>'''Paperone''': Eh?<br>'''Fergus''': Io. Gli infangai io gli stivali. E lo mandai da te.<br>'''Paperone''': Ma... non capisco. Perché l'hai fatto?<br>'''Fergus''': Eravamo poveri, non riuscivo a mantenerti. E allora ti ho dato qualcos'altro: la fiducia in te stesso. Per farti lavorare sodo e a difenderti per farti diventare quello che sei. Ma hai appreso così bene la lezione che sei sparito. Se sono duro con te... è perché mi manchi. Tutto qui.<br>'''Paperone''': Oh, papà. Mi manchi anche tu.
 
=== Episodio 22, ''L'ultimo schianto del Sun Chaser'' ===
 
* '''Qui''': Zio Paperino, vieni con noi. La barca può aspettare.<br>'''Paperino''': Nah, ah. Ho quasi finito. Solcherà di nuovo l'acqua fra due giorni. {{NDR|si sente qualcosa cadere}} Sette giorni... {{NDR|si sente un esplosione}} Ugh... devo darmi da fare.
* '''Paperone''': Se sei mesi fa mi avresti detto che avrei accolto un gruppo di ragazzini...<br>'''Tata''': L'ho fatto.<br>'''Paperone''': ...ti avrei dato della sciocca, Tata. Ma devo dirti che non mi sono mai sentito così energetico e vitale da... beh... da molto tempo.
* '''Tata''': E da quando ha imparato a pilotare un aereo da carico?<br>'''Paperone''': Pff... ti prego: sono Paperon de' Paperoni. Se può farlo Jet McQuack, non sarà difficile.<br>'''Jet''': No, non tanto.
* Ah, non mi ero mai schiantato con una jeep in aereo. Cioè, mi ero schiantato con l'aereo, ma... ('''Jet''')
* '''Tata {{NDR|arrabbiata}}''': Signor de' Paperoni...<br>'''Paperone {{NDR|rivolgendo la rabbia verso i ragazzi}}''': Ragazzi...<br>'''Qua''': Tata Beakley! {{NDR|Paperone e Tata lo squadrano male}} Passavo il testimone nel senso di colpa. Eh, eh...<br>'''Paperone''': Dovete proprio girellare senza rendervi conto di ciò che fate!?<br>'''Tata''': COFF! Che ironia. COFF!
* '''Tata''': Signor de' Paperoni? Signor de' Paperoni? Paperone!?<br>'''Paperone''': Che c'è!?<br>'''Tata''': [...] La supplico, per la sicurezza della sua famiglia: ammetta che a questo non c'è riparo.<br>'''Paperone''': Sciocchezze! Non le succederà niente di male.<br>'''Tata''': ...a chi?<br>'''Paperone''': Ehm... ai ragazzi...
* '''Qui''': Dal Manuale delle Giovani Marmotte: ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria.<br>'''Gaia''': Non era di [[Isaac Newton|Newton]]?<br>'''Qui''': E lui da dove la presa?<br>'''Gaia''': Dalla fisica?
* '''Paperone''': Ti prego, Quo! Non ce la faccio a proteggerti, va bene! Come faccio a convincerti ad ascoltarmi?<br>'''Quo''': Lo farò se mi dici che cos'è la Lancia di Selene!<br>'''Paperone''': Accadde poco prima che voi nasceste. Per anni, vostra madre, vostro zio Paperino ed io avevamo vissuto delle fantastiche avventure. Era stato tutto grandioso. Ma ormai... eravamo stati quasi dappertutto. Vostra madre, grande aviatrice, escogitò un piano per esplorare il più ignoto di tutti i territori: lo spazio infinito. Della aveva già esplorato tutta la Terra, perciò voleva regalarvi le stelle. Paperino pensava fosse troppo rischioso, specialmente con voi tre in arrivo. Quindi io feci l'unica cosa logica: costruì un razzo e non dissi niente a nessuno. Doveva essere una sorpresa per Della, per festeggiare la vostra nascita. Ma lei era infallibile nel fiutare le sorprese. Trovò il razzo e si lanciò in orbita per fare un piccolo giro di prova. Nessuno avrebbe potuto prevedere quella tempesta cosmica. Ma io e lei sapevamo che una piccola precipitazione bangalattica non l'avrebbe fermata, dopo tutto era Della Duck! Per mille gonnellini scozzesi, che testarda. Cercai di parlarle, era l'unica che poteva farcela... fino a quell'ultimo fulmine. Purtroppo non riuscì a proteggerla. Il razzo e vostra madre... si persero... nei neri abissi dello spazio. Vostro zio Paperino ed io non ci parlammo più. Finché non vidi voi davanti alla mia porta.<br>'''Quo''': Bravo... Allora è colpa tua se la mamma è sparita!<br>'''Paperone''': Cosa!? No! Io... Io...<br>'''Jet''': Ehm... signori?<br>'''Quo''': Le hai costruito un pericoloso razzo sperimentale!<br>'''Paperone''': ...che ha preso prima del tempo!<br>'''Qui''': E l'hai incoraggiata a volare attraverso una tempesta cosmica!? Dovevi farla scendere! C'erano troppe variabili!<br>'''Tata''': Calma, ragazzi. Voi non sapete...<br>'''Qua''': Tu sei il papero più ricco che esista al mondo! Perché non hai inviato altri razzi a cercarla!?<br>'''Paperone''': Per lei non badai a spese!<br>'''Quo''': Come no... Paperone l'avaro avrà mollato non appena avrà visto il patrimonio calare.<br>'''Jet''': Ehm.. Signori?<br>'''Gaia''': Ora calmati, Quo. Forse ha detto la verità. Anche se donare un razzo alla mamma di tre gemelli è stata un'idea criminale!<br>'''Paperone''': È un affare di famiglia! Tu non sei della famiglia!<br>'''Tata''': Un momento, signore! Non si rivolga mai più a mia nipote con quel tono!<br>'''Paperone''': Tu non osare parlare a me con quel tono! Nessuno di voi! Dopo tutto quello che ho fatto per voi non avete causato altro che guai!<br>'''Jet''': Signori! È il capitano che vi parla: STIAMO PRECIPITANDO!<br>'''Tutti''': Che cosa?<br>'''Jet''': {{NDR|Jet fa un ottimale atterraggio di emergenza}} Ah... ma che stranezza. {{NDR|Colpendo la cloche, colpisce una roccia}} Fiew... ora ci siamo.
* '''Tata''': È riuscito ad allontanare la sua famiglia e tutti quelli che la volevano bene. Di nuovo! Spero sia felice.<br>'''Paperone''': Lo sono.
 
=== Episodio 23, ''La guerra delle ombre'' ===
 
* '''Gaia''': Ah... vivere su una barca. Il continuo dondolio delle onde, il rumore di una caldaia a rischio esplosione e aspetta... Oh! L'imprecazione di un marinaio! Forte!<br>'''Quo''': Sempre meglio che stare insieme a quel vecchio egoista e spilorcio.<br>'''Gaia''': Aww... sei ingiusto. Zio Paperone non è così vecchio e egoista. ...ok, lo è, ma in modo adorabile.
* '''Jet''': {{NDR|Citofonando al cancello della villa}} Signor de' Paperoni? Stia tranquillo, non voglio sapere come sta, visto che i ragazzi se ne sono andati accusandola di averle lanciato la madre nello spazio e di averli resi orfani. No, sono qui per portarla a prendere un gelato! È quello che ci vuole. Uh? Crisi famigliare, quindi un bel gelato!<br>'''Paperone''': Sparisci.<br>'''Lenamelia''': {{NDR|Origliando}} Crisi? Gelato? Se ne sono andati via!? Senza i ragazzi come entrerò in casa per realizzare la mia tremenda vendetta!? [...] Devo solo convincerlo che sono una tipica ragazzina di oggi. {{NDR|Citofonando dopo che Jet se n'è andato}} Sì, eccomi, signore! Sono quell'insopportabile ragazzina di Lena! I tre mocciosi mi hanno invitato a... che piace ai ragazzi? ...giocare a biglie!<br>'''Paperone''': Loro se ne sono andati. Lasciami in pace. Non tornare più.<br>'''Lenamelia''': Grrr... Ah, accidenti. Lo diceva Gaia che sarebbe successo.<br>'''Paperone''': "Successo" cosa?<br>'''Lenamelia''': Che per l'abbandono dei ragazzi avrebbe avuto il "tipico tracollo da vecchio". La credevo più forte, ma mi sbagliavo. {{NDR|Il cancello si apre}} Finalmente! La più grande battaglia del secolo! Lo scontro finale tra Amelia, la fattucchiera delle ombre, e il più grande avventuriero del mondo, Paperon de' Pa- {{NDR|Paperone, trasandato e giù di morale, apre la porta}} Ma cosa..?
* '''Gaia''': L'unica famiglia che ho mai avuto si sta dissolvendo! Che possiamo fare?<br>'''Jet''': È davvero una brutta faccenda! Io e Quo resteremo amici? Chi chiamerò per un consiglio? Ci saranno i telefono a Cape Suzette?<br>'''Gaia''': Ok, ok. Qui, uno dei due, deve restare calmo.<br>'''Jet''': Ehm... diciamo tu?<br>'''Gaia''': Dobbiamo solo elaborare un piano per ricordare a Zio Paperone e i ragazzi quanto si vogliono bene.<br>'''Gaia e Jet''': Un [[Piani dalle serie televisive|piano]] che si basa su una simpatica e divertente festa d'addio! Sì!<br>'''Gaia''': Punto uno: organizziamo una festa d'addio per convincere i ragazzi a non partire!<br>'''Jet''': Punto due: facciamo entrare a sorpresa Paperone, così capiranno di non poter fare a meno di lui!<br>'''Gaia''': Puntro tre: non c'è nessun punto tre, perché ormai avremo raggiunto il nostro scopo!
* '''Lenamelia''': {{NDR|Cercando di propinare a Paperone un veleno}} Beva un po' di tè, poi si sentirà meglio.<br>'''Paperone''': Grazie. [...] Esseri ingrati! Nessuno escluso! Dopo tutto quello che ho fatto per loro, mi hanno buttato via come uno straccio vecchio!<br>'''Lenamelia''': Già, a volte queste palline sono ingovernabili. Tè?<br>'''Paperone''': Mi sto riferendo ai miei famigliari.<br>'''Lenamelia''': Ah, non me ne parli. Sono disobbedienti, ti sfiniscono e non appoggiano i tuoi astuti piani di vendetta.<br>'''Paperone''': Si impossessano dei tuoi soldi e della tua casa, ti cacciano nei guai e ti perforano il cervello con tanti bei ricordi che non riesci a scacciare quando tu ci provi!<br>'''Lenamelia''': Brindi alla cancellazione di quei ricordi!<br>'''Paperone''': E alla fine, ti lasciano senza neanche dirti grazie!<br>'''Lenamelia''': Dimentichi i parenti: lei non ha bisogno di loro!<br>'''Paperone''': Questo è un brindisi accettabile! {{NDR|Fa per bere il tè avvelenato, ma inciampa e lo lascia cadere a terra}}
* '''Gaia''': Ognuno di noi, dica a turno, qualcosa di carino su un famigliare! Ragazzi?<br>'''Quo''': Ah, bene. Inizio con zio Paperino, perché... è davvero legato alla famiglia, diversamente da altri.<br>'''Qui''': Sì, ed è molto premuroso.<br>'''Qua''': E anche affettuoso.<br>'''Paperino''': Ahhh...<br>'''Jet''': Mi piace come è vestito.<br>'''Gaia''': Sì, d'accordo. Lo amiamo tutti, Paperino. Ma che ne pensate di un parente che non è qui e che ha superato gli ottanta e che è ultra ricco?<br>'''Quo''': Che avete in mente, voi due?<br>'''Jet''': Niente...<br>'''Tata''': Gaia? Jet? Devo dirvi due parole. {{NDR|Escono dalla stanza}} Avete teso una trappola a tutti, vero? Volete manipolare Paperone e i ragazzi per indurli a riunirsi contro la loro volontà? Beh, ci sto anch'io.<br>'''Gaia e Jet''': Davvero? <br>'''Tata''': Se non faranno pace da soli li convinceremo noi. Avete invitato Paperone, giusto?<br>'''Gaia''': Sì, però è in ritardo.<br>'''Tata''': Ok. Io intanto mi occupo di Paperino e i ragazzi. Sono un ex agente segreto e una nonna. So come fare leva sui sensi di colpa.
* '''Lenamelia''': Mi scusi, sono curiosa: com'è quel tè?<br>'''Paperone''': {{NDR|Paperone getta a terra il tè avvelenato, depresso}} È finito. Come la mia vita.<br>'''Amelia''': {{NDR|Fra sé e sé}} Allora non sta fingendo: è diventato davvero un rottame umano! Come osi farmi pena!? Sono quindici anni che sogni di eliminarti, ma non così!<br>'''Paperone''': Avanti, fila ora. Lasciami autocompatire in pace.<br>'''Lenamelia''': Basta, si svegli! Lei ha conquistato Testaquadra! Ha trovato la Corona Perduta dei Mongoli! È arrivato a sconfiggere oscure forze del male molto molto potenti! Non le serve la famiglia: lei è Paperon de' Paperoni! Agisca come tale!<br>'''Paperone''': È vero: sono Paperon de' Paperoni! Ho vissuto centinaia di avventure senza di loro. Io non ho proprio bisogno di nessuno!<br>'''Lenamelia''': Esatto, le stavano tutti intorno. L'hanno sfruttata, volevano indebolirla, trasformandola in un inerme altruista.<br>'''Paperone''': Tornerò quello di una volta. Un Paperone duro, motivato, folle, che se la cava da solo! Non ho bisogno di Paperopoli, della villa o del Deposito! Ricomincerò da zero! Non mi servono questi occhialetti, il cilindro di seta fatto a mano, queste ghette di raso e la vestaglia! Sì! Sì! Via tutto! Non ho bisogno di niente!<br>'''Lenamelia''': No! Non ha bisogno neanche del suo decino!<br>'''Paperone''': Ma che sciocchezza: al decino non rinuncio.<br>'''Lenamelia''': Ha detto che vuole ripartire da zero. Su, lo dia a me, ci penserò io a buttarlo via.<br>'''Paperone''': Mi chiedo, come mai, una ragazzina sia così interessata a mettere le mani sulla mia vecchia Numero Uno. Forse è meglio che tu vada. {{NDR|Lenamelia lo attacca}} Lena, ma che fai!? Sei impazzita!? [...] {{NDR|Lenamelia prende il decino proprio mentre avviene l'eclissi e Amelia si separa da Lena e torna alla sua forma originale}} Ehi, ma cos- Non è possibile.<br>'''Amelia''': ''Accresci il mio potere, buia eclissi. Libera la mia forma dagli abissi. Si desti la magia addormentata. La Regina delle Ombre è di nuovo tornata!'' {{NDR|[[Incantesimi dalle serie televisive|Incantesimo]]}} Sì! La magia! Il corpo! Ancora insieme! Ciao, Paperonuccio. Mi sei mancato. <br>'''Paperone''': Amelia la fattucchiera. Tu, miserabile progenie di una stirpe sciagurata! Come hai fatto a liberarti?<br>'''Amelia''': Chiedilo all'amica della nipotina della tua tata. Hai un'organizzazione famigliare confusa. <br>'''Lena''': Ti sei ripresa il tuo corpo, ora lasciaci in pace!<br>'''Paperone''': Sì! Sparisci, strega rapace!<br>'''Amelia''': Dai, ma sono appena arrivata.
 
==Seconda stagione==
334

contributi