Differenze tra le versioni di "Don Matteo"

10 540 byte aggiunti ,  11 mesi fa
→‎Stagione 2: aggiunte citazioni dagli episodi 11 e 12 della seconda stagione
(→‎Stagione 2: aggiunte citazioni dal decimo episodio della seconda stagione)
(→‎Stagione 2: aggiunte citazioni dagli episodi 11 e 12 della seconda stagione)
*'''Don Matteo''' {{NDR|a Natalina}}: M'hanno detto che qui vicino c'è un pezzetto di terra che andrebbe bene per la nuova mensa.<br />'''Natalina''': Ah sì? E i soldi dove li troviamo?<br />'''Don Matteo''': Tu non ti preoccupare: se una cosa la vuoi veramente, succede.
*'''Don Matteo''': Anche a casa vostra dovete rispettare le persone.<br />'''Fratello Bagnetti''': Chi l'ha detto? Il Vaticano?
*{{NDR|Al Maresciallo Cecchini}} Questa è una grande idea, maresciallo. E'È tutta sua o ha parlato co' Zorro? ('''Capitano Anceschi''')
*'''Don Matteo''': I carabinieri magari ci mettono un po' di tempo ma prima o poi arrivano alla verità.<br />'''Tiziana Mordelli''': Sì ma io mi fido più della giustizia divina che di quella degli uomini.
*'''Maresciallo Cecchini''' {{NDR|al Capitano Anceschi}}: Oh, guarda chi c'è, Don Matteo!<br />'''Capitano Anceschi''': Ah, è contento?<br />'''Maresciallo Cecchini''': È un mio amico, perché non dovrei essere contento!<br />'''Capitano Anceschi''': Amico suo.
*{{NDR|Tra sè, riferendosi al Capitano Anceschi}} Questo non se lo piglia nessuno. Questo resterà zitello per tutta la vita. ('''Maresciallo Cecchini''')
*'''Maresciallo Cecchini''' {{NDR|a Nerino, alla festa da Don Matteo, scocciato dalla musica}}: 'Sta musica è bella, però a lungo andare...però è bella. Questa è una chitarra con il manico storto, capito? Con il manico piegato. Per questo fa questa musica blem.<br />'''Nerino''': Chitarra? È un liuto.<br />'''Maresciallo Cecchini''' {{NDR|ad Amina}}: È un liuto?<br />'''Amina''': Sì.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Un liuto però a chitarra.
 
===Episodio 11 ''La banda''===
*{{NDR|Ad Angela Sabini}} Angela, tu devi andare avanti. Sai, spesso noi ci facciamo scudo con le nostre tragedie per paura di affrontare la vita. ('''Don Matteo''')
*'''Maresciallo Cecchini''' {{NDR|a don Matteo}}: Buongiorno don Matteo.<br />'''Don Matteo''': Maresciallo. La volevo ringraziare per avermi informato su quello che è successo ad Angela.<br />'''Maresciallo Cecchini''': E beh, pensavo che lei poteva aiutarla. Ho fatto la mia buona azione.<br />'''Capitano Anceschi''' {{NDR|sopraggiungendo}}: La sua buona azione preferita.
*'''Don Matteo''' {{NDR|al capitano Anceschi}}: Sa, capitano, quando avevo 6 anni andavo spesso a trovare una tabaccaia. Tra le penne che vendeva ce ne era una così lucida, non ho resistito. Gliel'ho rubata.<br />'''Capitano Anceschi''': Io invece ero uno specialista nei negozi di articoli da pesca: ami, galleggianti, piombi, una volta pure il mulinello per la canna. I soldi pochi, allora, come dire...mi arrangiavo. Padre, secondo me, la cosa importante è che poi uno cresce e cambia, insomma capisce, no?<br />'''Don Matteo''': Sì, sì, c'è sempre tempo per prendere la strada buona.
*'''Maresciallo Cecchini''' {{NDR|al bar a Don Matteo, dopo avergli dato scacco matto}}: Scacco matto!<br />'''Don Matteo''': Bravo maresciallo.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Macché bravo, m'ha fatto vincere lei, l'ha fatto apposta.
*{{NDR|Al maresciallo Cecchini, che pensa di aver fallito come padre}} Quelli che non sono veri criminali, come me e come lei, quando sanno di avere sbagliato e nessuno se ne accorge è terribile. La sa una cosa? In India all'ingresso delle prigioni scrivono: 'Condanna il crimine, non il criminale', l'ha detto Gandhi. Lo dice anche il Vangelo: 'Guarda al peccato, non al peccatore'. Forse Patrizia la sta mettendo alla prova: vuol vedere se lei condanna il furto oppure la persona, sua figlia. Vuol capire se è davvero senza condizioni l'amore di un papà, anche di un papà carabiniere. ('''Don Matteo''')
*{{NDR|A Tilde Mazzotta}} Tu non sei fatta male. Tu sei come tutti noi. Tutti noi, almeno una volta, abbiamo desiderato che una persona sparisse. La debolezza fa parte di noi, di noi esseri umani. È proprio per questo che siamo tutti uguali. Io mi rendo che...che forse quello che ti sto dicendo tu già lo sai, ma ora lo devi credere. Sarà il tuo primo passo per guarire, per volerti bene. ('''Don Matteo''')
 
===Episodio 12 ''Il morso del serpente''===
*'''Nerino''' {{NDR|a Natalina}}: Ma come fa uno a diventare santo?<br />'''Natalina''': Deve soffrire molto.<br />'''Nerino''': Perché?<br />'''Natalina''': Perché è così: prima soffre tanto e poi lo fanno santo.<br />'''Nerino''': Allora non mi piace.
*'''Capitano Anceschi''' {{NDR|al maresciallo Cecchini, parlando di don Matteo}}: Cecchini, 'st'omo è tanto bravo però se nun si impiccia proprio è più forte de lui.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Macché si impiccia...macché si impiccia, non è che si impiccia, gli viene. Come....<br />'''Capitano Anceschi''': Cosa gli vie...che gli viene?<br />'''Maresciallo Cecchini''': È come una cosa del suo dovere. Lui gli viene. Come se uno vede la palla, gli viene di tirare un tiro. Se uno sente la musica alla radio, gli viene di...di...di canticchiare.<br />'''Capitano Anceschi''': Li ha finiti gli esempi, maresciallo?<br />'''Maresciallo Cecchini''': Per dire.<br />'''Capitano Anceschi''': Allora gliela dico io una cosa: lei a me mica me difenderebbe come difende sempre 'sto prete, eh!<br />'''Maresciallo Cecchini''': Eh...se c'è il caso di...la difenderei! Però lei non ha bisogno di essere difeso, né da me, né da nessuno.<br />'''Capitano Anceschi''': Vabbè, lasciamo perdere.
*'''Natalina''' {{NDR|al maresciallo Cecchini}}: L'avete trovato il serpente?<br />'''Maresciallo Cecchini''': No, non l'abbiamo trovato. Qua è come cercare un serpente nel pagliaio.
*'''Capitano Anceschi''' {{NDR|al maresciallo Cecchini, parlando di don Matteo}}: Marescià, guardi, lasciamo perdere perché tanto quando c'è de mezzo Don Matteo lei lo sappiamo, no?<br />'''Maresciallo Cecchini''': Intanto lui ha trovato il serpente.<br />'''Capitano Anceschi''' {{NDR| sarcastico}}: E facciamoje er monumento in piazza allora!
*'''Capitano Anceschi''' {{NDR|a Don Matteo, sorpreso}}: Lei è pure esperto de serpenti!<br />'''Don Matteo''': Eh, è che io sono stato in missione nelle Filippine e lì sono molto diffusi.<br />'''Maresciallo Cecchini''' {{NDR| ostentando sicurezza}}: Lì è pieno.<br />'''Capitano Anceschi''': E c'è stato?<br />'''Maresciallo Cecchini''': Sì, sì, ci sono...non ci sono stato però si sa.<br />'''Capitano Anceschi''': Ma che se sa, maresciallo, per favore!
*'''Maresciallo Cecchini''' {{NDR|a Don Matteo, nell'ascensore dell'ospedale}}: Le fa ancora male.<br />'''Don Matteo''': Ma no.<br />'''Capitano Anceschi''' {{NDR|sorridendo}}: I rischi del mestiere {{NDR|tornando serio}} Prego, don Matteo.<br />'''Don Matteo''': Grazie.<br />'''Capitano Anceschi''': Vada a casa che ha preso una bella botta eh.<br />'''Maresciallo Cecchini''' {{NDR|a Don Matteo}}: Arrivederci. Poi la informerò di tutto.<br />'''Capitano Anceschi''': Che cosa? Che informa?<br />'''Maresciallo Cecchini''': Chi?<br />'''Capitano Anceschi''': Che informa?<br />'''Maresciallo Cecchini''': No, io non...non mi sono spiegato bene.
*'''Nerino''' {{NDR|a don Matteo}}: Senti, tu sicuramente lo sai.<br />'''Don Matteo''': Che cosa?<br />'''Nerino''': Come si fa a diventare santi?<br />'''Don Matteo''': Ci vuole coraggio.<br />'''Nerino''': Ma tu diventi santo?<br />'''Don Matteo''': No.<br />'''Nerino''' {{NDR|sollevato}}: Per fortuna.
*'''Maresciallo Cecchini''' {{NDR|a Don Matteo, uscendo dall'ufficio del capitano Anceschi}}: Don Matteo, che ci fa qua?<br />'''Don Matteo''': Vorrei parlare col capitano.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Non può, in questo momento non...<br />'''Don Matteo''': Mi faccia entrare.<br />'''Maresciallo Cecchini''': No, no, per favore, no, in questo momento...<br />'''Don Matteo''': Ma lei non può impedire a un cittadino di stare qui.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Lei non è un cittadino, lei è un prete.<br />'''Don Matteo''': Sarò un prete ma sono anche un cittadino.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Lei è un cittadino-prete però soprattutto lei è don Matteo. Per favore, abbia pietà di me. Guarda, quello mi fa trasferire in...in...in Antartide.<br />'''Don Matteo''': Che c'entra l'Antartide?<br />'''Maresciallo Cecchini''': Sì, c'è una spedizione scientifica dove mandano pure i carabinieri. Per fav...parli con me.<br />'''Don Matteo''' {{NDR|rassegnato}}: E va bene.
*'''Don Matteo''' {{NDR|al Maresciallo Cecchini}}: Avrei proprio bisogno di parlare con Charlie.<br />'''Maresciallo Cecchini''': No, don Matteo.<br />'''Don Matteo''': Maresciallo!<br />'''Maresciallo Cecchini''': Allora lei mi vuole mandare in Antartide, ho capito.<br />'''Don Matteo''': Beh, in fondo, potrebbe essere un'esperienza positiva per lei. Le si potrebbe allargare l'orizzonte.<br />'''Maresciallo Cecchini''': A me l'orizzonte non mi piace largo, a me mi piace piccolo piccolo.
*{{NDR|A Francis}} Forse Lippi non è un bravo cristiano. Ma chi di noi lo è veramente? Allora dovremmo essere tutti uccisi. ('''Don Matteo''')
*'''Capitano Anceschi''' {{NDR|a Don Matteo, arrivando adirato al pianerottolo di Bruno Lippi}}: Che ci fa qui?<br />'''Don Matteo''': Ha ragione, ha ragione.<br />'''Capitano Anceschi''': Guardi che siamo arrivati prima noi.<br />'''Don Matteo''': Ma come? Sono arrivato prima io!<br />'''Capitano Anceschi''' {{NDR|sempre più adirato}}: No, noi!
*'''Maresciallo Cecchini''' {{NDR|a Don Matteo, durante la perquisizione in casa di Bruno Lippi}}: L'Antartide è piena di ghiaccio. Fa un freddo in Antartide...<br />'''Don Matteo''': Non si preoccupi, mi seggo qui buono buono.
*{{NDR|A Don Matteo}} Quando lei si mette in testa che qualcuno è innocente proprio fino alla fine...lei non dovrebbe fare il prete, anzi no, dovrebbe farlo il prete, lo fa bene, però dovrebbe fare pure il carabiniere. ('''Maresciallo Cecchini''')
*{{NDR|A Don Matteo}} Eh...gli emigrati. Gli emigrati mi fanno venire in mente sai quelle formichine che portano pesi enormi? Faticano, faticano, ma testardamente vanno sempre avanti. La prima generazione è come se si bruciasse in questo sforzo ma poi quel calore servirà a scaldare quelli che vengono dopo: i figli, i nipoti. Senti, raccontami, chi è l'innocente da salvare? ('''Vescovo Guido''')
*'''Don Matteo''' {{NDR|al maresciallo Cecchini, che sta arrivando}}: Maresciallo buongiorno.<br />'''Maresciallo Cecchini''' {{NDR|al Vescovo Guido}}: Ossequi, Santità.<br />'''Vescovo Guido''' {{NDR|stupito}}: Guardi che non sono mica Papa, eh.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Non si sa mai, glielo auguro.<br />'''Vescovo Guido''' {{NDR|lusingato}}: Grazie.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Sono il maresciallo Cecchini.<br />'''Vescovo Guido''': Ah mi ricordo di lei, maresciallo.<br />'''Maresciallo Cecchini''' {{NDR|farfugliando}}: Sì, sì, si ricorda la cresima di mia figlia Patrizia.<br />'''Vescovo Guido''': Come ha detto?<br />'''Maresciallo Cecchini''': La cresima di mia figlia Patizia.<br />'''Vescovo Guido''': Come no! Certo, certo!
*'''Maresciallo Cecchini''' {{NDR|al Capitano Anceschi}}: Signor capitano.<br />'''Capitano Anceschi''': Che c'è?<br />'''Maresciallo Cecchini''': Le devo parlare.<br />'''Capitano Anceschi''': Allora?<br />'''Maresciallo Cecchini''': Ci sono delle novità.<br />'''Capitano Anceschi''': Nun me dica che 'ste novità saltano fuori dal cilindro de don Matteo.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Perché don Matteo che c'ha, il cilindro?
*{{NDR|Rivolgendosi a Dio}} Signore, parla con questo tuo figli e fagli capire che non troverà mai la pace con la vendetta ma solo, come tu ci hai insegnato, con il perdono. Fa' che ascolti la sua coscienza e salvi la vita di Lippi. ('''Don Matteo''')
*'''Maresciallo Cecchini''': È scomparso 'sto filippino, non si trova. Si è volatizzato.<br />'''Capitano Anceschi''': Tili.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Eh?<br />'''Capitano Anceschi''': Volatilizzato.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Sì, non si trova, si è vola...scomparso.
*{{NDR|A Don Matteo}} Lei ha questa fede incrollabile nella coscienza della gente...sa che le dico? La invidio. ('''Capitano Anceschi''')
*{{NDR|A Francis}} Il cuore degli uomini inaridisce senza amore ma il tuo è vivo grazie all'amore della tua Rosy. ('''Don Matteo''')
 
==Stagione 6==
28

contributi