Differenze tra le versioni di "Anniversario della liberazione d'Italia"

+1
(+1)
(+1)
*C'è una campagna di denigrazione della [[Resistenza italiana|Resistenza]]: diretta dall'alto, coltivata dal cortigiano. Il loro gioco preferito è quello dei morti, l'uso dei morti: abolire la festa del 25 aprile e sostituirla con una che metta sullo stesso piano partigiani e combattenti di Salò, celebrare insieme come eroi della patria comune Giacomo Matteotti, ucciso dai fascisti e il filosofo Gentile, presidente dell'accademia fascista, giustiziato dai partigiani, onorare insieme le vittime antifasciste della risiera di San Sabba e quelle delle foibe titine. Proposte da comitati di reduci che evidentemente non hanno mai sentito parlare dei lager in cui i fascisti, prima e dopo l'armistizio, hanno chiuso migliaia di cittadini colpevoli unicamente di essere di etnia slovena. ([[Giorgio Bocca]])
*Fra poco sarà il 25 aprile. Una data che è parte essenziale della nostra storia: è anche per questo che oggi possiamo sentirci liberi. Una certa Resistenza non è mai finita. ([[Enzo Biagi]])
*Il 25 aprile ci saranno i cortei, i partigiani e i contro-partigiani. Siamo nel 2019 e mi interessa poco il derby fascisti-comunisti. ([[Matteo Salvini]])
*– Ma cos'è il 25 aprile?<br>– E te lo dico subito, tesoro: è la festa dei fannulloni. (''[[Si muore tutti democristiani]]'')
*Noi con i fascisti abbiamo finito di parlare il 25 aprile 1945! ([[Gian Carlo Pajetta]])