Differenze tra le versioni di "Don Matteo"

4 137 byte aggiunti ,  11 mesi fa
→‎Stagione 2: Aggiunte citazioni dal quarto episodio
(→‎Stagione 2: Aggiunte citazioni dal quarto episodio)
*'''Professor Giancarlo Antonioli''': I figli sono il dono più grande.<br />'''Don Matteo''': Ha ragione, i figli sono un grande dono. Però non la pensava male mio nonno quando mi diceva: 'Un dono va accettato, non preteso'.
*{{NDR|A Giulia Chimenti}} '''Capitano Anceschi''': Senti...di tutto questo periodo io, insomma avrei da dirti delle cose...vabbè dai tempi della scuola veramente.<br />'''Giulia Chimenti''': Sai, ho imparato a leggere la tua calligrafia, anche sui muri. Solo che, beh, io ti voglio bene sai ma i nostri tempi non coincidono mai.<br />'''Capitano Anceschi''': Neanche adesso? Senti, un'altra cosa: la perizia medica esclude che sia stato Nico Caronna: i problemi circolatori che ha non gli avrebbero permesso di fare...però le indagini adesso ricominceranno. I miei uomini faranno di tutto per trovare...<br />'''Giulia Chimenti''': Grazie.<br />'''Domestica''' {{NDR|rivolgendosi a Giulia Chimenti, indicando un oggetto}}: Signora, dove le faccio mettere?<br />'''Giulia Chimenti''' {{NDR|rivolgendosi alla domestica}}: Sì, arrivo. {{NDR|rivolgendosi al capitano Anceschi}} Grazie.<br />'''Capitano Anceschi''': Il mio telefono è sempre acceso.
 
===Episodio 4 ''Il mago''===
*Non importa chi siamo, importa quello che sappiamo fare. E poi il resto è nella mani del destino. ('''Mago Kaspar''')
*'''Maresciallo Cecchini''': Come si dice? Il diavolo fa le pentole con i coperchi.<br />'''Capitano Anceschi''': E non.
*{{NDR|A Monica Tini}} '''Don Matteo''': Io credo di poter capire come ti senti.<br />'''Monica Tini''': No, no, lei non lo sa.<br />'''Don Matteo''': È come...è come quando da bambini ci si sveglia al buio. Ti alzi dal letto, sbatti contro i mobili, non trovi l'interruttore della luce. A me succedeva spesso. Ma una notte ho incontrato le braccia di mia madre che mi hanno tirato su e mi hanno stretto forte. Da allora non ho più avuto paura del buio. Monica, anche tu non sei sola. L'amore di Dio, quello sarà sempre con te. Anche lui ti stringerà forte, ti darà il coraggio e la salvezza.<br />'''Monica Tini''': Grazie. Mi lasci riposare adesso.
*{{NDR|A Don Matteo}} '''Natalina''': Don Matteo?<br />'''Don Matteo''': Sì? Che c'è?<br />'''Natalina''': No, niente. Le volevo dire, era una curiosità però deve essere sincero. Secondo lei lo...lo trovo qualcuno che si innamora di me?<br />'''Don Matteo''': Ma certo che lo trovi. Lo sai cosa diceva Madre Teresa? Che noi siamo stati creati per cose più grandi, per amare e per essere amati.<br />'''Natalina''': Essere amati?<br />'''Don Matteo''': Però non devi stare su lì a pensarci un po' troppo perché l'amore...<br />'''Natalina''': Arriva quando meno te lo aspetti.<br />'''Don Matteo''': Sì.<br />'''Natalina''': Era questo che mi voleva dire?<br />'''Don Matteo''': Sì, più o meno.<br />'''Natalina''' {{NDR|mandando a quel paese Don Matteo}}: Grazie.
*'''Vicario''': Questa faccenda sta prendendo delle dimensioni esagerate. Ormai non si parla d'altro.<br />'''Vescovo Guido''': Sì, lo so.<br />'''Vicario''': Quell'uomo vuole solo farsi pubblicità. E che pubblicità. C'è già chi parla di miracolo.<br />'''Vescovo Guido''': Ha ragione, ha ragione.<br />'''Vicario''': Qui si rischia il pericolo di suggestione collettiva. Bisogna agire nel modo giusto e con la persona adatta. Sì, perché la questione è delicata.<br />'''Vescovo Guido''': Certo.<br />'''Vicario''': Non a caso tutto ciò accade nella parrocchia di Don Matteo.<br />'''Vescovo Guido''': Per fortuna, vorrà dire. Sì, è proprio come dice lei: la questione è delicata e ci vuole la persona adatta.
*{{NDR|A Don Matteo}} '''Mago Kaspar''': Noi due in fondo qualcosa in comune l'abbiamo: lavoriamo tutti e due per il bene degli altri.<br />'''Don Matteo''': Lei ed io abbiamo un concetto del bene un po' diverso.
*{{NDR|A Don Matteo}} '''Mago Kaspar''': Davvero non me lo vuole dire, padre, di che segno è?<br />'''Don Matteo''': Dell'unico che conosco: il segno della croce.
*{{NDR|Al Capitano Anceschi}} '''Maresciallo Cecchini''': Ma signor capitano, quattoridici milioni, sedici milioni, trenta milioni, cioè, cinquanta milioni nel giro di una settimana, eh?<br />'''Capitano Anceschi''': A parte che quattordici più sedici più trenta fa sessanta. E comunque lasciamo perde', va.
*{{NDR|A Don Matteo}} '''Monica Tini''': Io sono proprio una stupida.<br />'''Don Matteo''': Monica, non è vero. A volte le cose che potrebbero distruggerci invece ci migliorano.<br />'''Monica Tini''': Oddio mi scusi, mi scusi. Grazie.<br />'''Don Matteo''' {{NDR|ammiccando}}: Ci vediamo domani.
*{{NDR|Al vicario}} Ha visto? Gliel'avevo detto che era una fortuna. ('''Mago Kaspar''')
*{{NDR|A Don Matteo}} '''Natalina''': Oh...Don Matteo, le vo...Don Matteo, le volevo dire mi dispiace tanto per l'altro giorno ma io...ma io da quel mago ci volevo andare sul serio. Madò mi vergogno da morire. Perché io mi vorrei tanto innamorare. Che ne dice se vado a Padova? Mi hanno che Sant'Antonio è il protettore delle zitelle.<br />'''Don Matteo''': Natalina, si dice single.<br />'''Natalina''': Vabbè è la stessa cosa. Ma protettore nel senso che protegge o che trova un marito?<br />'''Don Matteo''': Natalina, tu hai tanto amore da dare. Prima o poi lo trovi chi lo riceve.<br />'''Natalina''': Speriamo che sia vero.
 
==Stagione 6==
28

contributi