Differenze tra le versioni di "Friedrich Nietzsche"

m
+wikilink
m (sistemo wikilink)
m (+wikilink)
*Vi scongiuro, fratelli miei, rimanete fedeli alla Terra, e non credete a coloro che vi parlano di speranze soprannaturali! Sono avvelenatori, che lo sappiano o no. (Prologo, 3)
*Io amo colui che spreca la propria anima, che non vuole ringraziamenti, e che non restituisce nulla: perché egli dona sempre e non vuole conservarsi. (Prologo, 4; Scalero 1972)
*Io amo colui che si vergogna quando il [[Dado (gioco)|dado]] cade in modo favorevole a lui, e si chiede: '"Sono forse un [[baro]]?'" giacché egli vuole andare a fondo. (Prologo, 4; Scalero 1972)
*Io amo colui che getta parole d'oro davanti alle sue azioni e mantiene sempre più di ciò che aveva promesso: perché egli vuole la propria distruzione. (Prologo, 4; Scalero 1972)
*Dormire non è poca arte: è necessario vegliare tutto il giorno per giungervi. (I, ''Delle cattedre della virtù'')