Differenze tra le versioni di "Michel Chion"

m
==''L'audiovisione. Suono e immagine nel cinema''==
 
*È celebre l'aforisma di [[Robert Bresson|Bresson]] secondo cui il [[cinema sonoro]] ha introdotto il [[silenzio]], e questa formula chiarisce un giusto paradosso: è stato necessario che vi fossero dei rumori e delle voci perché le loro sospensioni e interruzioni scavassero quella cosa che si chiama silenzio, mentre nel cinema muto tutto suggeriva, ''al contrario'', il suono. (cap. 3 - ''Linee e punti'', p. 71)
 
*[...] quell'elemento zero - ameno in apparenza - della colonna audio che è il [[silenzio]] non è per nulla semplice da ottenere, neppure a livello tecnico. Non basta infatti interrompere il flusso sonoro e inserire al suo posto qualche centimetro di nastro vergine. In questo caso si avrebbe la sensazione di una interruzione tecnica [...]. Ogni luogo ha il suo silenzio specifico [...]. (cap. 3 - ''Linee e punti'', p. 71)
14 388

contributi