Differenze tra le versioni di "Don Matteo"

8 849 byte aggiunti ,  11 mesi fa
→‎Stagione 2: Aggiunte citazioni dai primi tre episodi
(sistemo, elimino NDR pleonastici)
(→‎Stagione 2: Aggiunte citazioni dai primi tre episodi)
*'''Maresciallo Cecchini''': Eccola qua, l'ho trovata stamattina.<br />'''Don Matteo''': Complimenti, maresciallo.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Questa era in caserma, nascosta qui, in uno dei bagni comuni l'ho trovata.<br />'''Don Matteo''': Ora dovrebbe subito rimetterla dove l'ha trovata.<br />'''Maresciallo Cecchini''': E perché?<br />'''Don Matteo''': Sarà l'esca che farà abboccare il nostro pesce.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Il pesce talpa.
*'''Maresciallo Cecchini''': Buongiorno signor capitano.<br />'''Capitano Anceschi''': Buongiorno, buongiorno Don Matteo.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Come mai è arrivato così presto?.<br />'''Capitano Anceschi''': Non mi aspettava? Tanto per cambiare vedo che avete fatto comunella.
 
==Stagione 2==
===Episodio 1 ''La mela avvelenata''===
*{{NDR|Al Capitano Anceschi}} '''Maresciallo Cecchini''': Oh ma rubano di tutto.<br />'''Capitano Anceschi''': Eh perché maresciallo, si ricorda quando rubavano i nani di cemento nei giardini?<br />'''Maresciallo Cecchini''': Mio cugino c'aveva una villa, gli hanno rubato i sette nani due volte. Sette per due: quattordici nani di gesso.
*'''Luisa Di Giacomo''': Maresciallo, la bambina a chi la lascio? Non posso portarla con me, è troppo piccola. Noi siamo soli qui.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Eh lo so che è piccola.<br />'''Martina Di Giacomo''': Io non sono piccola, ho sei anni.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Però sei anni non bastano, per venire in caserma ci vogliono sette anni almeno. Va bene?
*'''Luisa Di Giacomo''': Op..oplà! Tesoro, amore mio, hai visto, tesoro, non ci hanno messo in prigione.<br />'''Martina Di Giacomo''' {{NDR|riferendosi a Don Matteo}}: Lo sai che lui è un cavallo?<br />'''Luisa Di Giacomo''': Davvero?<br />'''Don Matteo''': Come, non si vede?
*'''Don Matteo''': Certo che mandare un'azienda agricola, soprattutto biologica, non è una cosa facile.<br />'''Stefano Di Giacomo''': Mica ci vuole una laurea.
*'''Don Matteo''': In una cosa sono d'accordo con te, Stefano: che l'agricoltura biologica fra un po' sarà considerata quella normale.<br />'''Stefano Di Giacomo''': Lei è un po' troppo ottimista, padre.
*{{NDR|A Don Matteo}} '''Maresciallo Cecchini''': Sa come diciamo noi in Sicilia? Gallina che canta ha fatto l'uovo.<br />'''Don Matteo''': Veramente lo dicono in tutta Italia.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Però in Sicilia lo sottolineiamo di più.
*{{NDR|A Ghisoni}} '''Maresciallo Cecchini''': Senti, Ghisoni, da quanto tempo ci conosciamo noi?<br />'''Ghisoni''': Mah, saranno...<br />'''Maresciallo Cecchini''': Non m'interessa.
*{{NDR|A Don Matteo}} '''Maresciallo Cecchini''': Ma allora chi è il colpevole?<br />'''Don Matteo''': Eh non lo so, però bisogna trovare il colpevole giusto.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Sì, mica bisogna trovare quello sbagliato, lo so.
*'''Capitano Anceschi''': Don Matteo, buongiorno.<br />'''Don Matteo''': Buongiorno, capitano.<br />'''Capitano Anceschi''': Lei mi ci ha mai trovato nel suo confessionale?<br />'''Don Matteo''': Beh...quando vuole può venirsi a fare un giro.
*'''Don Matteo''': Eccellenza, essere tuo amico è un grande piacere.<br />'''Vescovo Guido''': E invece essere amico tuo è una grande scocciatura, una bega continua che non auguro a nessuno. Poi...poi, certo, ci sono dei momenti in cui ne sono quasi orgoglioso. Ma sono davvero casi rarissimi.<br />'''Don Matteo''': Grazie, Eccellenza.
*'''Stefano Di Giacomo''': Io credo davvero nell'agricoltura biologica, eh.<br />'''Don Matteo''': Sì, ma i grandi ideali valgono poco se non mettiamo attenzione nelle cose più piccole. E poi fare il contadino è difficilissimo. Un mio amico contadino, si chiama Nicola, diceva: 'È un mestiere che va rispettato, è un mestiere che va imparato con la stessa serietà di quella di un medico. Non si improvvisa'.
 
===Episodio 2 ''Il marchio sulla pelle''===
*{{NDR|A Don Matteo}} Certo, è stupefacente la capacità dei tuoi parrocchiani di cacciarsi nei guai. ('''Vescovo Guido''')
*'''Maresciallo Cecchini''': Don Matteo, è un sacco di tempo che non giochiamo a scacchi. Mi piacerebbe fare una partita.<br />'''Don Matteo''': Sì, ma poi lei perde.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Perché perde? Ma voi preti non dovreste essere umili?<br />'''Don Matteo''': Eh, ha ragione, però non dobbiamo nemmeno dire il falso.
*{{NDR|Rivolgendosi a Dio, mentre si trova a pesca}} Signore, è un tuo dipendente, fai che non venga qui, eh? ('''Capitano Anceschi''')
*'''Don Matteo''': Il fatto è che Michele Di Fusco non c'entra niente con questa storia.<br />'''Capitano Anceschi''': Don Matteo, ma è sempre la stessa storia! Per lei sono tutti innocenti anche se c'hanno mille reati sul groppone?
*'''Capitano Anceschi''': C'ha ragione Don Matteo. Certo che quel prete è veram...<br />'''Maresciallo Cecchini''': Fortissimo, è fortissimo.
*{{NDR|A Don Matteo}} Con un buon avvocato anche questo non sarebbe bastato a incastrarlo. Poi lui è incensurato. Invece appena è salito in macchina ha confessato tutto. Ma lei come fa con gli indiziati? Diciamo che...la confessione è il suo mestiere... ('''Maresciallo Cecchini''')
*Che amore è quello che si basa sulla maldicenza? ('''Don Matteo''')
*{{NDR|A Emilio, in confessione}} '''Don Matteo''': Tu a Marisa le vuoi bene, vero?<br />'''Emilio''': Sì.<br />'''Don Matteo''': Sposerà Michele.<br />'''Emilio''': Sarà dura ma sono contento per lei.<br />'''Don Matteo''': Se sei contento allora il tuo amore è diventato grande. Ti assolvo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.
*{{NDR|Al maresciallo Cecchini, al negozio di tatuaggi}} '''Don Matteo''': Ma lei cosa ci fa qui?<br />'''Maresciallo Cecchini''': Oggi è il compleanno di mia moglie.<br />'''Don Matteo''': Ah, auguri.<br />'''Caterina Cecchini''': Grazie.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Oggi mia moglie compie...vabbè non la diciamo l'età va', non la diciamo.<br />'''Caterina Cecchini''': Ma che dici!<br />'''Maresciallo Cecchini''': Non la diciamo.<br />'''Marisa Belli''': Auguri, signora.<br />'''Caterina Cecchini''': Grazie. Allora, Marisa, io ho deciso, siccome gli anelli me li perdo sempre allora mio marito mi ha regalato questo, che dall'ombellico è difficile perderlo.<br />'''Don Matteo''' {{NDR|al maresciallo Cecchini}}: Allora a lei piace il piercing!<br />'''Maresciallo Cecchini''' {{NDR|scuotendo la testa, non visto dalla moglie}}: Sì, mi fa un poco di impressione.<br />'''Caterina Cecchini''': Mio marito è moderno.
 
===Episodio 3 ''Cuore di ghiacchio''===
*{{NDR|A Don Matteo, al cimitero}} '''Nerino''': Ti posso fare una domanda?<br />'''Don Matteo''': Certo.<br />'''Nerino''': Alle persone normali, di funerali ne capita uno ogni tanto. Tu invece te li devi fare tutti. Ma come fai? Ti ci sei abituato?<br />'''Don Matteo''': No, non ci si abitua mai. Però al momento giusto c'è qualcuno che mi dà la forza per sostenere chi ha perduto una persona cara. Anche perché io sono certo che un giorno ci ritroveremo tutti. E quel giorno io vengo con la mia bicicletta. E tu? Che ne dici?<br />'''Nerino''': Meno male, pensavo che non venivi
*Non c'è microscopio che possa indagare l'animo umano. ('''Don Matteo''')
*{{NDR|A Don Matteo, al bar}} '''Capitano Anceschi''': Vuole un caffè?<br />'''Don Matteo''': No, grazie<br />'''Capitano Anceschi''': Al posto del maresciallo mi comporterei nella stessa maniera. Le regole...ho dedicato vent'anni all'arma. Poi me tolgono un caso e finisco di notte in un baretto a confidarmi con un prete. Non la vedevo dai tempi della scuola. Giulia l'ho incontrata per caso, per strada. Però non aveva più quella luce, l'ho visto subito. Era triste, sola e in crisi col marito. Sì ma io e lei non...noi due non saremmo mai...<br />'''Don Matteo''': Ma lei cosa sente per Giulia?<br />'''Capitano Anceschi''': Non lo so. Eravamo ragazzi e già pensavo a lei. La sa una cosa? Sul muro di fronte casa le avevo scritto 'Giulia ti amo' scritto grande, enorme però non m'ero firmato. Ma avevo lasciato lo spazio, sotto c'era uno spazio e...e però lei non m'ha mai risposto. Poi ho imparato a rispettare le sue scelte, il suo matrimonio e adesso il suo dolore.<br />'''Don Matteo''': Ti si è freddato il caffé.
*{{NDR|A Don Matteo, in clinica}} '''Professor Giancarlo Antonioli''': Buongiorno.<br />'''Don Matteo''': È bello qui...tutte queste mamme...è come stare tra alberi in fiore.
*'''Professor Giancarlo Antonioli''': I figli sono il dono più grande.<br />'''Don Matteo''': Ha ragione, i figli sono un grande dono. Però non la pensava male mio nonno quando mi diceva: 'Un dono va accettato, non preteso'.
*{{NDR|A Giulia Chimenti}} '''Capitano Anceschi''': Senti...di tutto questo periodo io, insomma avrei da dirti delle cose...vabbè dai tempi della scuola veramente.<br />'''Giulia Chimenti''': Sai, ho imparato a leggere la tua calligrafia, anche sui muri. Solo che, beh, io ti voglio bene sai ma i nostri tempi non coincidono mai.<br />'''Capitano Anceschi''': Neanche adesso? Senti, un'altra cosa: la perizia medica esclude che sia stato Nico Caronna: i problemi circolatori che ha non gli avrebbero permesso di fare...però le indagini adesso ricominceranno. I miei uomini faranno di tutto per trovare...<br />'''Giulia Chimenti''': Grazie.<br />'''Domestica''' {{NDR|rivolgendosi a Giulia Chimenti, indicando un oggetto}}: Signora, dove le faccio mettere?<br />'''Giulia Chimenti''' {{NDR|rivolgendosi alla domestica}}: Sì, arrivo. {{NDR|rivolgendosi al capitano Anceschi}} Grazie.<br />'''Giulia Chimenti''': Il mio telefono è sempre acceso.
 
==Stagione 6==
Utente anonimo