Differenze tra le versioni di "Don Matteo"

204 byte rimossi ,  11 mesi fa
sistemo, elimino NDR pleonastici
(sistemo, elimino NDR pleonastici)
 
==Stagione 1==
===Episodio 2, ''Una banale operazione''===
 
===Episodio 2 ''Una banale operazione''===
*{{NDR|A Natalina}} Dicono che la distrazione sia una virtù comune ai santi e ai geni. ('''Don Matteo''')
*{{NDR|Riferendosi a Don Matteo}} Sei prete, fai er prete. ('''Capitano Anceschi''')
*{{NDR|A Mario Ricci}} '''Moglie di Mario Ricci''': E tu chiamalo miracolo, scemo.<br />'''Don Matteo''': Ecco, appunto.<br />
 
===Episodio 3, ''Il coraggio di parlare''===
*'''Vicario Giovanni Della Valle''': Quando vede passare una giovine e bella ragazza, cosa pensa?<br />'''Don Matteo''': Ringrazio il Signore per avere messo al mondo una meravigliosa creatura.<br />'''Vescovo Guido''': E se la ragazza è brutta?<br />'''Don Matteo''': Ringrazio il Signore per avermi fatto prete.
*{{NDR|Provando a riparare l'auto di Lenka}} '''Don Matteo''': È che i motori spesso si comportano come noi, basta un qualcosa che vanno in tilt. Ma noi abbiamo una marcia in più, abbiamo la parola. Loro fanno rumore, ma noi parliamo e quando parliamo riusciamo a toglierci un peso dal cuore e stiamo meglio. Non è così?<br />'''Lenka Rizzato''': Io non posso parlare, padre.<br />'''Don Matteo''': Ah, vediamo un po' come sta lo spinterogeno.<br />
*Matteo, per la gente, quella qualunque, due più due purtroppo fa soltanto quattro. ('''Vescovo Guido''')
*Questi strozzini non è che ti fanno un documento dove tu metti bianco su nero. ('''Maresciallo Cecchini''')
*Sai, tante volte la paura si vince facendo quello che dentro di noi sappiamo è giusto fare. ('''Don Matteo''')
*Le favole ci aiutano a capire. ('''Don Matteo''')
*'''Gino Rizzato''': Dia retta a me, don Matteo: torni in chiesa, al suo lavoro.<br />'''Don Matteo''': Io lavoro soprattutto intorno alla Chiesa, Gino. Ci vediamo.<br />
*{{NDR|A Lenka}} Certo che ti perdono, Lenka, ma ricordati che abbiamo sempre un'altra scelta. Ciao. ('''Don Matteo''')
*{{NDR|Rivolgendosi a Dio}} Uno come me non deve mai dimenticare che il fine non giustifica i mezzi, vero? ('''Don Matteo''')
 
===Episodio 4, ''Anna''===
*{{NDR|Rivolgendosi a Dio}} Signore, tu mi hai fatto il dono dell'intuito ed io cerco di metterlo al tuo servizio ma, ti prego, fa che non diventi la mia presunzione e che non mi dimentichi di essere umile. ('''Don Matteo''')
*'''Don Matteo''': Voi vi amate?<br />'''Francesco Morelli''': Sì.<br />'''Don Matteo''' {{NDR|Rivolgendosirivolgendosi ad Anna}} '''Don Matteo''': E allora sposatevi, così tu avrai la cittadinanza italiana e nessuno ti manda via.<br />
*{{NDR|Rivolgendosi ad Angelo}} Se hai bisogno di parlare con qualcuno vieni da me. Io non sarò carino come quelle ragazze ma come ascoltatore me la cavo. ('''Don Matteo''')
*'''Capitano Anceschi''': Padre ma perché non s'arruola nei carabinieri? Tanto è più il tempo che passa qua in caserma che in parrocchia.<br />'''Don Matteo''': È un consiglio?<br />'''Capitano Anceschi''': No, è un ultimatum.<br />
*{{NDR|Al Maresciallo Cecchini}} Non mi lusinghi, maresciallo, ho fatto voto di umiltà. ('''Don Matteo''')
*{{NDR|A Francesco Morelli}} Io non penso che tu sia un ladro. Io penso che tu abbia rubato, che è diverso. ('''Don Matteo''')
*'''Don Matteo''': Buongiorno Natalina.<br />'''Natalina''': Buongiorno padre, a quest'ora?<br />'''Don Matteo''': Eh sì, mi son fatto tutte le discoteche della provincia.<br />
*A volte è meglio fermarsi alla prima osteria. ('''Maresciallo Cecchini''')
*'''Aldo Baraldi''': L'anno scorso la vendita di tartufi mi aveva fruttato bene.<br />'''Capitano Anceschi''': Eh lo credo, con quello che lo fate pagare 'sto tartufo bianco.<br />'''Maresciallo Cecchini''': E poi lo vendete in nero.<br />
*{{NDR|Al Maresciallo Cecchini}} Maresciallo da quando in qua lei legge? ('''Capitano Anceschi''')
 
*'''Don Matteo''': Due uomini cadono in un camino. Uno esce fuori con la faccia sporca di fuliggine; l'altro pulito. Chi dei due va a lavarsi?<br />'''Signor Cotroneo''': Quello con la faccia sporca!<br />'''Don Matteo''': Sbagliato: va a lavarsi quello con la faccia pulita. Quando escono dal camino i due si guardano. Quello sporco guarda l'altro e pensa: che fortuna essere usciti puliti dal camino. Mentre quello pulito pensa: come siamo ridotti!! Corro subito a lavarmi! Prima di decidere come stanno le cose: è meglio darsi un'occhiata allo specchio. Il perdono è un grandissimo atto di coraggio.
*'''Don Matteo''': Due uomini cadono in un camino. Uno esce fuori con la faccia sporca di fuliggine; l'altro pulito. Chi dei due va a lavarsi?<br />'''Signor Cotroneo''': Quello con la faccia pulita! <br />'''Don Matteo''': Sbagliato: va a lavarsi quello con la faccia sporca ! Ad una stessa domanda possiamo dare due risposte diverse. Dipende da come guardiamo le cose. I due non solo si guardano in faccia. si guardano anche le mani. Quello pulito non vede niente di cui preoccuparsi. Quell'altro, che ha le mani piene di fuliggine, capisce di essere sporco e va a lavarsi!
*{{NDR|A Don Matteo}} '''Capitano Anceschi''': Don Matteo me spiega una cosa? Lei come fa? Li guarda in faccia e già capisce.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Perché c'ha occhio.<br />
*{{NDR|Al Capitano Anceschi}} '''Maresciallo Cecchini''': Sa che lei sta facendo un ragionamento alla don Matteo?<br />'''Capitano Anceschi''': Lo sa che io faccio finta di non aver sentito?<br />
*Io sono un prete: rispetto le leggi degli uomini, anche se non sono quelle che portano alla salvezza. ('''Don Matteo''')
*{{NDR|A Don Matteo}} Come le dicevo, padre, a me dispiace molto per quello che è successo, ma se lei se ne stesse un po' di più in parrocchia come fanno tutti i preti, senza andare in giro a ficcare il naso negli affari degli altri noi staremmo molto più tranquilli ma soprattutto lei, padre, non finirebbe nei guai. ('''Capitano Anceschi''')
*'''Vescovo Guido''': Certo che tu per i guai sei proprio una calamita.<br />'''Don Matteo''': No, non sono io che attraggo i guai, sono loro che mi saltano addosso, anzi, alle spalle.<br />
*'''Maresciallo Cecchini''' {{NDR|Aa Ghisoni e Lauro}} '''Maresciallo Cecchini''': Ragazzi, scusate, forse ho perso l'accendino dentro la macchina. Potete controllare un attimo?<br />'''Antonio Lauro''': Ma lei non fuma, maresciallo.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Non è il mio accendino, è quello di mia moglie. Lei fuma.<br />
 
===Episodio 10 ''Il ricatto''===
*{{NDR|Al Capitano Anceschi}} '''Maresciallo Cecchini''': Sa come diciamo noi in Sicilia? Fatta la legge trovato l'inganno.<br />'''Capitano Anceschi''': Veramente se dice così in tutta Italia.<br />
*'''Don Matteo''': Del resto, come si dice? Dio li fa e poi...<br />'''Capitano Anceschi''': ...ioIo li accoppo.<br />
*Se ci pensa bene, l'ambizione non è un valore assoluto. ('''Don Matteo''')
*Non si può forzare nessuno a scegliere il bene. ('''Don Matteo''')
*La pena per l'omicidio è l'ergastolo. ('''Don Matteo''')
*Gli occhi di chi ama sono miopi. ('''Don Matteo''')
*'''Don Matteo''': I sospetti mi sono mi sono venuti non per quello che Lucia mi ha detto ma per quello che non mi ha detto.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Sì, sì perché quando uno non dice, è è quello che dice che... scusi eh, scusi, scusi.<br />
*{{NDR|Al Capitano Anceschi}} Vede capitano, quando una persona cara ci lascia improvvisamente noi veniamo presi dal rimorso per quello che non abbiamo detto o fatto mentre questa persona era ancora in vita. In questi casi il nostro compito è di far capire che questi sensi di colpa sono una cosa naturale, comprensibile. ('''Don Matteo''')
*{{NDR|A Don Matteo}} Mi piacerebbe qualche volta arrivare a risolvere un caso con la mia intelligenza, con la mia intuzioneintuizione. Andare dal capitano, io, da maresciallo dal capitano: "Tot più tot fa tot. Ho risolto il caso con la mia intelligenza". Invece mica lo sapevo 'sto fatto che l'attore era pieno di debiti. E' come se lei dice la messa...non mi viene l'esempio su di lei. ('''Maresciallo Cecchini''')
*{{NDR|Al Maresciallo Cecchini}} Maresciallo, lei è un genio. ('''Don Matteo''')
 
===Episodio 12 ''Stato di ebbrezza''===
*'''Don Matteo''': In dubbio pro reo.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Come dice la Bibbia.<br />'''Capitano Anceschi''': No, questo è diritto romano, maresciallo.<br />
*{{NDR|Al Vescovo Guido e al Vicario Giovanni Della Valle}} Vedete, quando io dico che mi sono già fatto un'idea precisa io voglio dire che... come, come posso spiegarmi... ah ah! Voi sapete come sono fatti certi tappeti, se li guardiamo dal didietro quello che vediamo è soltanto un groviglio di fili colorati ma basta girarlo e quel groviglio di fili colorati in realtà forma un disegno preciso e bellissimo. Capito? ('''Don Matteo''')
*Nel giudicare gli altri condanni te stesso. ('''Don Matteo''')
*{{NDR|Al Maresciallo Cecchini}} '''Capitano Anceschi''': No, volevo dirle che ho notato che lei oltre a fare il suo dovere, vorrebbe anche redimere. Non è che Don Matteo lo frequenta un po' troppo?<br />'''Maresciallo Cecchini''': Quel tanto.<br />
*Un buon caffè non si rifiuta mai. ('''Maresciallo Cecchini''')
*Meglio non mischiare minestra col caffè. ('''Maresciallo Cecchini''')
*{{NDR|A Don Matteo}} '''Maresciallo Cecchini''': Sì, perché se lei mi aiuta io ce la faccio.<br />'''Don Matteo''': Me lo chiede come prete o come amico?<br />'''Maresciallo Cecchini''': Anche come sorella. Per ridere l'ho detto ma non c'è niente da ridere. Come prete, come amico, faccia lei.<br />
*{{NDR|A Benvenuti}} '''Maresciallo Cecchini''': Che cosa vuoi tu?<br />'''Benvenuti''': Comandi, maresciallo.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Sei di leva?<br />'''Benvenuti''': Sì.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Tu sei di leva, levati, dopo, dopo.<br />
*{{NDR|A Don Matteo}} Il capitano Ancheschi per me è come per lei, che ne so, il vescovo, il Papa. ('''Maresciallo Cecchini''')
*{{NDR|A Don Matteo}} '''Maresciallo Cecchini''': No, no, no, no, mangio solo questo. Padre, ieri sera ho mangiato una peperonata che ha fatto mia moglie, c'ho lo stomaco fa su e giù, su e giù.<br />'''Don Matteo''': Eh la peperonata lo fa.<br />
*{{NDR|A Don Matteo}} '''Maresciallo Cecchini''': Eccola qua, l'ho trovata stamattina.<br />'''Don Matteo''': Complimenti, maresciallo.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Questa era in caserma, nascosta qui, in uno dei bagni comuni l'ho trovata.<br />'''Don Matteo''': Ora dovrebbe subito rimetterla dove l'ha trovata.<br />'''Maresciallo Cecchini''': E perché?<br />'''Don Matteo''': Sarà l'esca che farà abboccare il nostro pesce.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Il pesce talpa.<br />
*{{NDR|Al Capitano Anceschi}} '''Maresciallo Cecchini''': Buongiorno signor capitano.<br />'''Capitano Anceschi''': Buongiorno, buongiorno Don Matteo.<br />'''Maresciallo Cecchini''': Come mai è arrivato così presto?.<br />'''Capitano Anceschi''': Non mi aspettava? Tanto per cambiare vedo che avete fatto comunella.<br />
 
==Stagione 6==
==Stagione 8==
===Episodio 24, ''Don Matteo sotto accusa''===
*Chi ci separerà dall'amore di Cristo? Sarà forse l'angoscia, la fame, la nudità, il pericolo, la spada? Né morte, né vita, né angeli, né principati, né cose presenti, né cose future, né potenze, né alcun'altra creatura potranno separarci dall'amore di Dio che è in Cristo Gesù, nostro Signore.<ref>{{Cfr.}} [[Paolo di Tarso]], ''Lettera ai Romani'', [http://www.vatican.va/archive/ITA0001/__PX5.HTM 8, 35-39].</ref> ('''Don Matteo''')
 
==Senza fonte==