Differenze tra le versioni di "Chirurgia"

726 byte aggiunti ,  8 mesi fa
*Come si riesce? Come si riesce davvero a diventare un chirurgo? Ci vuole un grandissimo impegno. Dobbiamo essere pronti a prendere un bisturi, e fare un'incisione che potrebbe causare più danni che benefici. Se non c'è impegno, tanto vale non prenderlo in mano per niente quel bisturi. ([[Grey's Anatomy (terza stagione)|terza stagione]])
*I chirurghi pianificano tutto: dove tagliare, dove clampare, dove suturare... Ma anche agendo con le migliori intenzioni, possono comunque insorgere delle complicazioni. Le cose possono andare storte, e ad un tratto vieni sorpreso con i pantaloni abbassati. ([[Grey's Anatomy (terza stagione)|terza stagione]])
*I chirurghi non scendono a compromessi. Noi sfidiamo la morte, andiamo oltre la perfezione. Operiamo per diciassette ore di seguito se serve. Noi non siamo fatti per metterci d'accordo, ma non vuol dire che non lo faremo. ([[Grey's Anatomy (nona stagione)|nona stagione]])
*La prima [[regola]] di un chirurgo è limitare l'esposizione. Tenere pulite le mani, fare incisioni piccole e coprire le ferite. La seconda regola di un chirurgo è: quando la prima regola non funziona più, prova qualcosa di diverso. Perché a volte non puoi limitare l'esposizione, a volte la lesione è così estesa, che devi tagliare, e tagliare di netto. ([[Grey's Anatomy (sesta stagione)|sesta stagione]])
*Mia madre diceva sempre che, per un chirurgo, un giorno senza morte è un dono speciale. Ogni giorno affrontiamo la morte. Ogni giorno perdiamo una vita. E ogni giorno speriamo di poter rimandare un esecuzione. Noi siamo legati alla morte, incatenati, come prigionieri in cattività. ([[Grey's Anatomy (quarta stagione)|quarta stagione]])
*Noi chirurghi da piccoli eravamo strane creature, mentre gli altri bambini giocavano all'aperto, noi ci rinchiudevamo in camera a memorizzare la tavola periodica, chini per ore sul nostro microscopio giocattolo a sezionare la prima rana. Immaginate che sollievo quando, una volta cresciuto abbiamo scoperto che ce n'erano altri in giro. Altre strane creature come noi, con lo stesso microscopio, la stessa rana morta, lo stesso inesplicabile bisogno di fare a pezzi un essere umano. ([[Grey's Anatomy (settima stagione)|settima stagione]])
*Non riesco a trovare una ragione per la quale vorrei fare il chirurgo. Riesco a trovarne migliaia per cui dovrei smettere. Rendono apposta le cose difficili. Abbiamo delle vite nelle nostre mani. Arriva un momento in cui diventa più che un semplice gioco. E puoi fare quel passo in avanti, oppure voltarti e andare via. Potrei mollare, ma c'è un problema... mi piace troppo l'arena. ([[Grey's Anatomy (prima stagione)|prima stagione]])
*Per diventare un chirurgo bravo, devi sempre pensare come un chirurgo. Le emozioni confondono. Bisogna lasciarle fuori quando entri in sala operatoria, pulita e sterile, dove quello che devi fare è molto semplice: tagliare, suturare e chiudere. Ma qualche ferita a volte non riesci a chiuderla. È una ferita che non si rimargina, che resta aperta. [...] Dicono che la pratica renda perfetti. La teoria è: più ragioni come un chirurgo, più possibilità hai di diventarlo. Più sei bravo a restare freddo, cinico nel tagliare, suturare e chiudere e più sarà difficile cambiare atteggiamento. Smettiamo di ragionare come chirurghi e ricordiamoci cosa vuol dire pensare da essere umani. ([[Grey's Anatomy (seconda stagione)|seconda stagione]])
*Succede questo a un chirurgo forse per orgoglio, forse perché cerca di farsi vedere forte, ma un vero chirurgo non ammette mai di avere bisogno di aiuto, a meno che non sia assolutamente necessario. I chirurghi non hanno bisogno di chiedere aiuto, sono forti, i chirurghi sono dei cowboy hanno la pelle dura, sono persone toste. Almeno così vogliono far credere. ([[Grey's Anatomy (quarta stagione)|quarta stagione]])
*Tutto ciò che i chirurghi indossano, aiuta a presentarne l'immagine... I camici da laboratorio, quelli da sala operatoria ed i cartellini con i nomi... Tutti insieme aiutano ad indicare una figura autorevole... Qualcuno di cui potersi fidare… Quando però togliamo i vestiti... Be', è un'altra cosa… Siamo sensibili, vulnerabili, umani.E soggetti a giudizi discutibili... Come chiunque altro. ([[Grey's Anatomy (nona stagione)|nona stagione]])
 
==Voci correlate==