Differenze tra le versioni di "Insulti dai libri"

m
*''C'è un diavolo che ti sta sempre accanto | nelle sembianze d'un vecchio grassone; | t'è socio di bagordi un uomo-botte. | Che t'è saltato mai di far brigata | con quel baule carico d'umori, | con quel cassone di bestialità, | quel pacco turgido d'ipocrisia, | quell'otre enorme di vino di Spagna, | quel borsone imbottito di budella, | quel manzo arrosto col ventre farcito, | quel reverendo simbolo del vizio, | quella malvagità grigio-canuta, | quel gran ministro di ruffianeria, | quella prosopopea carica d'anni?''
*'' Il tuo spirito bestiale | Governò un lupo, che fu impiccato | Per strage di uomini: ma la sua anima turpe | Fuggì dalla forca e mentre tu giacevi | Nel tuo grembo sconsacrato si infuse in te: | i tuoi appetiti, infatti, sono lupeschi, | Sanguinari, famelici, feroci.''
*Osvaldo: ''Per chi mi prendi?''<br>Kent: ''Per un grosso furfante, una canaglia, | uno sgranocchiatore di rifiuti, | un malnato smargiasso, un tre-vestiti, | cento libbre di carne mal calzate, | fegato di coniglio, quereloso, | un figlio di puttana frustaspecchi, | leccapiedi, servile narcisista, | sordido erede d'un sacco di stracci, | pronto a fare il ruffiano come capita, | nient'altro che un impasto di marrano, | accattone, vigliacco, portaborse, | figlio ed erede di cagna bastarda: | uno che io sbatacchierò a legnate | da farlo stridere come un maiale | se ardisce di negarmi uno soltanto | di tutti i titoli che gli ho affibbiato.''
 
==Voci correlate==