Differenze tra le versioni di "Lenin"

16 byte aggiunti ,  1 anno fa
m
(Corretto: "un'epoca")
*Proprio 100 anni dopo la grande [[rivoluzione d'ottobre]] le parole di Lenin sono ancora vive e attuali. [...] In questa strada rivoluzionaria camminiamo, con ottimismo e certezza che il futuro dell'umanità non è la barbarie ma il [[socialismo]]. ([[Sōtīrios Zarianopoulos]])
*Racconta il [[Nikolaj Aleksandrovič Berdjaev|Berdiaeff]] di un socialista democratico che gli disse di Lenin: «egli non fa differenza tra il bene e il male» (''Au seuil de la nouvelle Époque'', p. 40). Questo perché Lenin era tutto teso alla rivoluzione; e il resto gli pareva di poca importanza. Il male per lui sarebbe stato non gettarsi nella rivoluzione. Davanti al [[Regno dei Cieli|regno dei cieli]] [[Gesù]] provava un sentimento simile [...]. ([[Aldo Capitini]])
*Rendo onore a Lenin come uomo che ha interamente sacrificato sé stesso e dedicato tutte le proprie energie alla realizzazione della giustizia sociale. Non considero i suoi metodi funzionali, ma una cosa è certa: uomini come lui sono i guardiani e i restauratori della coscienza dell'umanità. ([[Albert Einstein]])
*Secondo il leader comunista russo la rivoluzione proletaria avrebbe dato inizio a un processo che, passando attraverso la fase della "dittatura del proletariato", avrebbe messo capo alla distruzione dello stato e del diritto: la società comunista infatti, la società senza classi, non avrebbe avuto più bisogno di strumenti che erano essenziali al dominio di una classe su un'altra. Sicché, in breve, la rivoluzione avrebbe posto fine allo stato. ([[Massimo Corsale]])
*Senza [[Grigorij Efimovič Rasputin|Rasputin]] non avremmo avuto Lenin. ([[Aleksandr Fëdorovič Kerenskij]])