William Somerset Maugham: differenze tra le versioni

+citazioni
(+citazioni)
*Il divario tra quel che un uomo professa e quel che fa è uno degli spettacoli più divertenti offerti dalla vita.<ref>Da ''Acque morte'', traduzione di Franco Salvatorelli, Adelphi, 2008, p. 209.</ref>
*Il [[Tao]]. Alcuni di noi cercano la [[Via]] nell'oppio e altri in Dio, alcuni nel whisky e altri nell'amore. È sempre la stessa Via e non porta da nessuna parte.<ref name="velo">Da ''Il velo dipinto'', traduzione di F. Salvatorelli, Adelphi, 2011. ISBN 9788845925733</ref>
*La [[gente]] mi ha sempre interessato, ma non mi è mai piaciuta.<ref>Da ''The Observer'', 28 agosto 1949. Citato in ''Focus'', n. 110, p. 174.</ref>
*La grande tragedia della vita non è che gli uomini muoiano, ma che cessino di [[Amore|amare]].<ref>Citato in [[Leo Buscaglia]], ''Nati per Amare'', Mondadori, 1995.</ref>
*La grandezza è rara. Negli ultimi cinquant'anni ho visto quasi tutte le attrici che si sono fatte un nome. Ne ho viste molte eminentemente dotate, molte eccellenti in un ambito loro proprio, molte ricche di fascino, bellezza e intelligenza; ma a una soltanto potrei, senza esitazione, attribuire grandezza: [[Eleonora Duse]].<ref>Dalla prefazione a ''La diva Julia'', traduzione di Franco Salvatorelli, Gruppo editoriale L'Espresso, Divisione la Repubblica, 2003. ISBN 9788496142572</ref>
*Lei sa che gli aborigeni della Tasmania, i quali non conoscevano l'adulterio, sono ormai una popolazione estinta.<ref>Da ''The Bread-Winner'', III.</ref><ref name=diz/>
*La [[perfezione]] ha un grave difetto: ha la tendenza ad essere noiosa.<ref>Da ''The Summing Up''.</ref>
*Nella vita le cose capitano a casaccio, e così devono capitare in un [[romanzo]]; esse non conducono ad alcuna crisi risolutiva – che è un oltraggio alla legge delle probabilità – continuano ad accadere e basta.<ref>Dalla prefazione dell'autore a ''Ashenden l'inglese'', traduzione di Fenisia Giannini, Garzanti, 1966.</ref>
*Non si può creare un [[personaggio immaginario|personaggio]] basandosi sulla semplice osservazione: se vogliamo che prenda vita dev'essere almeno in qualche misura una rappresentazione di noi stessi.<ref>Da ''Scrivere. Corso di Scrittura creativa'', Fabbri Editori, volume 3, p. 46, 1996.</ref>
*Sin dai tempi più antichi i [[vecchi]] hanno predicato ai giovani che sono più saggi di loro, e prima che i giovani scoprissero di che colossale idiozia si trattava erano già vecchi a loro volta, e faceva loro comodo continuare l'impostura.<ref>Citato in ''Focus'', n. 106, p. 148.</ref>
*Una cosa strana della vita è che se non si accetta che il [[meglio]], molto spesso lo si ottiene.<ref>Citato in ''Selezione dal Reader's Digest'', settembre 1997.</ref>
 
==''La resa dei conti''==
*La commedia si rivolge all'animo collettivo del pubblico, e quello si stanca; mentre la farsa si rivolge a un organo più robusto, la sua pancia collettiva. (39)<ref name=diz>Citato in ''Dizionario delle citazioni'', a cura di Italo Sordi, BUR, 1992. ISBN 14603-X</ref>
*La [[perfezione]] ha un grave difetto: ha la tendenza ad essere noiosa.<ref>Da ''The Summing Up''.</ref>
*Nel momento in cui un attore ha finalmente imparato come recitare qualsiasi parte, è spesso troppo vecchio per recitarne se non alcune.<ref name=diz/>
 
==''La tentazione di Adamo e altri racconti''==
 
===Citazioni===
*L'improprietà è l'anima dell'umorismo. (4)<ref name=diz/>
*Non rammento chi raccomandava agli uomini, per il bene dell'anima, di fare ogni giorno due cose a loro sgradite: costui era un saggio, ed è questo un precetto che io ho sempre seguito scrupolosamente; infatti, ogni giorno mi sono alzato e sono andato a letto.
*Una [[maschio e femmina|donna]] può perdonare un [[maschio e femmina|uomo]] per la sofferenza che le causa, [...] ma non gli perdonerà mai i sacrifici che fa per amor suo.
29 317

contributi