Differenze tra le versioni di "Gigi Garanzini"

1 325 byte aggiunti ,  2 anni fa
m
m
==Citazioni di Gigi Garanzini==
*{{NDR|Su [[Valerio Bacigalupo]]}} Fisicamente potente ma anche agile, spregiudicato, spesso teatrale secondo la moda dell'epoca.<ref>Citato in ''[http://www.treccani.it/enciclopedia/valerio-bacigalupo_(Enciclopedia-dello-Sport)/ Bagigalupo, Valerio]'', ''Enciclopedia dello Sport'', 2002, ''Treccani.it''.</ref>
*{{NDR|Su [[Pietro Anastasi]]}} Rientrava, svariava, scattava, trascinava. Una furia, sull'intero fronte d'attacco, di quelle che la porta la sentono senza bisogno di vederla [...]. Con la [[Tifoseria della Juventus Football Club|tifoseria bianconera]] fu amore a prima vista. Non solo il ragazzino ci dava dentro come un matto, con quegli strappi improvvisi, con smarcamenti continui che era l'istinto a dettargli, con la generosità a tutto campo, con quei fior di gol che segnava. Ma prima ancora per la sua [[sicilia]]nità, in un'epoca in cui era stata una vera e propria migrazione di massa dal sud a dotare gli stabilimenti torinesi della Fiat di nuova manodopera: non a caso i più amati dal Comunale bianconero di quegli anni furono il catanese Anastasi, il leccese [[Franco Causio|Causio]], il palermitano [[Giuseppe Furino|Furino]]. E quando dopo tanto tempo e non poche disavventure, Anastasi tornò in quello stadio con la maglia dell'Ascoli [...], un suo gol che condannò la [[Juventus Football Club|Juve]] alla sconfitta fu salutato da un'ovazione del pubblico che scattò in piedi commosso.<ref>Da ''[https://www.lastampa.it/sport/calcio/2020/01/18/news/addio-pietro-anastasi-simbolo-della-juve-anni-70-1.38347384 Addio Pietro Anastasi, simbolo della Juve Anni 70]'', ''Lastampa.it'', 18 gennaio 2020.</ref>
 
===Dal programma radiofonico ''A tempo di sport''===
3 398

contributi