Differenze tra le versioni di "Artista"

93 byte aggiunti ,  8 mesi fa
+1
m (+wikilink)
(+1)
*L'artista, per definizione, fa quello che gli pare. (''[[Boris - Il film]]'')
*L'artista prima di tutto è un essere umano, diverso da qualsiasi altro artista che gli passi vicino. Che deve fare, davanti alla realtà? Dipende da chi sei, da come ti rapporti con il mondo. Io, per esempio, non amo una certa smania di esserci, di apparire, comune a tanti miei colleghi. ([[Diego Abatantuono]])
*L'artista può anche essere un bottegaio, ma non del proprio [[ideale]]. ([[Umberto Saba]])
*L'artista può aiutare a capire di vedere oltre le apparenze. E questo secondo me è già una ricerca, un passo che, ne sono certo, può orientare l'individuo verso la ricerca della fede. ([[Riccardo Cocciante]])
*L'artista si sente solo. Singolare ed aristocratico, vive a disagio in mezzo alla società democratica ed uniforme. Si sente da essa odiato come inutile, come superbo; e la disprezza. Pertanto le opere sue non si rivolgono ai più, ma ai pochi iniziati. ([[Federico De Roberto]])
Utente anonimo