Differenze tra le versioni di "Giovanni Stefano Menochio"

→‎Explicit: correzione piccoli fix ortografici
(→‎Citazioni: wilink)
(→‎Explicit: correzione piccoli fix ortografici)
 
===[[Explicit]]===
La correttione dell'anno si fece da Gregorio XIII. l'anno del Signore 1582. il giorno di S. Francesco, che è alli quattro d'Ottobre, & il giorno seguente si disse non alli cinque, mà alli quindici. Il P. Lodovico Richeomo nel suo libro de' miracoli al cap. 9. racconta, che egli si ritrovava quell'anno nella città di Digion in Francia, e che con suo gran gusto senti certi contadini, che lavoravano nelle vigne, a' quali era stato detto della riforma dell'anno, il che essi non bene intendevano, e dicevano gli uni à agli altri: Che cosa si può essere fatto di questi dieci giorni, che il Papa ha levato dall'anno? Come possano esser passati senza che se ne siamo accorti, e non habbiamo havuto novella? Quando passarono, era di giorno, ò di notte? Forse noi dormivamo, quando il vento se gli ha portati per aria. Come è possibile, che noi siamo stati dieci giorni senza bere? Tali erano ili discorsi di quei semplici contadini, li quali, dice il medesimo autore, seguirono per un poco il [[calendario]] vecchio (che non era ancora così ben introdotto il nuovo) e conforme all'uso antico fecero il Natale, e poi di nuovo l'istesso Natale fecero conforme al calendario riformato, mà non velero già fare al medesimo due Pasque, per non haver à fare due Quaresime, che però s'accommodarono ad osservar per l'avvenire le feste del Gregoriano. Questo sia detto per ricreatione del Lettore.
 
==Bibliografia==
16 106

contributi