Differenze tra le versioni di "Karl Kraus"

1 774 byte aggiunti ,  1 anno fa
+citazioni
(→‎Citazioni di Karl Kraus: aggiungo citazione)
(+citazioni)
==Citazioni di Karl Kraus==
*Accidenti alla legge! La maggior parte dei miei simili è la triste conseguenza di un aborto che non è stato commesso. (da ''Aphorismen'', p. 59<ref name=essere>Da ''Essere uomini è uno sbaglio. {{small|Aforismi e pensieri}}'', a cura di Paola Sorge, Giulio Einaudi Editore, 2012.</ref>)
*Dire la verità in malafede dovrebbe essere considerato disonesto.<ref>Da ''1915''.</ref><ref name=sordi/>
*Le chiacchiere dal [[barbiere]] sono la prova irrefutabile che le teste stanno lì solo per via dei capelli. (da ''Aphorismen'', p. 64<ref name=essere />)
*Gli artisti hanno il diritto di essere modesti e il dovere di essere vanitori.<ref name=artista>Da ''Dell'artista''.</ref><ref name=sordi/>
*Il linguaggio è la madre, non l'ancella del pensiero.<ref name=artista/>F<ref>Citato in [[Marcello Veneziani]], ''Imperdonabili'', Venezia, 2017, p. 390, ISBN 978-88-317-2858-4</ref>
 
*Il mondo ha appiccicato questo stigma alle donne per distoglierle dalla prostituibilità di tutti i mestieri maschili. <ref>Citato in Focus, n. 97, p. 190.</ref>
*La diplomazia è una partita a scacchi in cui si dà scacco matto ai popoli.<ref name=sordi/>
*La [[solitudine]] sarebbe la condizione ideale se si potessero scegliere le persone da evitare. (da ''Aphorismen'', p. 68)<ref name=essere />
*Le chiacchiere dal [[barbiere]] sono la prova irrefutabile che le teste stanno lì solo per via dei capelli. (da ''Aphorismen'', p. 64<ref name=essere />)
*Mai un'"impersonalità" più forte aveva lasciato il suo marchio su tutte le cose e le forme (a proposito di [[Francesco Giuseppe I d'Austria]], [n.d.r.]).<ref>Citato in [[Marcello Veneziani]], ''Imperdonabili'', Venezia, 2017, pp. 388-389, ISBN 978-88-317-2858-4</ref>
 
*L'[[entusiasmo]] serve a "lanciarsi". Se non è d'aiuto, si può sfruttare la delusione con buona pace della coscienza. (30 novembre 1908)
*L'[[ironia]] sentimentale è un cane che ulula alla luna pisciando sulle tombe. (30 aprile 1906)
*L'isteria è il latte andato a male della maternità.<ref name=sordi/>
*L'[[odio]] che parla solo attraverso gli sguardi, è sofferenza. (28 febbraio 1911)
*La [[bellezza]] innata è troppo ambiziosa per considerarsi perfetta; mentre l'orgoglio della [[bruttezza]] innata è inarrivabile. (5 giugno 1908)
*Destinato in origine al commercio, di fatto finì poi per dedicarsi alla letteratura.
*Fra i vecchi [[Libro|libri]], rari sono quelli che, in mezzo all'incomprensibile e al troppo comprensibile, hanno conservato un contenuto vivo.
*Gli affetti familiari si indossano solo in particolari occasioni.
*Gli allievi mangiano ciò che i professori hanno digerito.<ref name=sordi/>
*Ha cominciato il suo [[matrimonio]] con una bugia. Era vergine e non glielo ha detto.
*I [[bambino|bambini]] giocano a fare i soldati. Ma perché i [[soldato|soldati]] giocano a fare i bambini?
*I tratti del viso di lei conducevano una vita sregolata.
*Il compito della [[religione]]: consolare l'umanità che va al patibolo; il compito della [[politica]]: disgustare l'umanità della vita; il compito dello spirito umanitario: abbreviare all'umanità l'attesa del patibolo e al tempo stesso avvelenarle l'ultimo pasto.
*Il [[liberalismo]] mesce la rigovernatura come acqua di vita.
*Il [[male]] non cresce mai così bene come quando ha un ideale davanti a sé.
*Il [[mondo]] è una prigione dove è preferibile stare in cella di isolamento.
*Il [[potere]] dell'agitatore è di rendersi stupido quanto i suoi ascoltatori, in modo che questi credano di essere intelligenti come lui.
*Il «seduttore» che si gloria di iniziare le donne ai misteri dell'amore: il [[turista]] che arriva alla stazione e si offre di mostrare alla guida turistica le bellezze della città.
*Il [[liberalismo]] mesce la rigovernatura come acqua di vita.
*Il [[oltreuomo|superuomo]] è un ideale prematuro che presuppone l'uomo.
*Il progresso tecnico lascerà aperto un solo problema: la fragilità della natura umana.<ref name=sordi/>
*Il vizio e la virtù sono parenti come il carbone e i diamanti.<ref name=sordi/>
*L'[[aforisma]] non coincide mai con la verità; o è una mezza verità o una verità e mezzo.
*L'amore e l'arte non abbracciano ciò che è bello, ma ciò che grazie al loro abbraccio diventa bello.
*L'[[astinenza]] si vendica sempre. Nell'uno produce pustole, nell'altro leggi sul sesso.
*L'evoluzione della tecnica è arrivata al punto di renderci inermi di fronte alla tecnica.<ref name=sordi/>
*L'[[erotismo]] dell'uomo è la sessualità della donna.
*L'ideale della [[verginità]] è l'ideale di quelli che vogliono sverginare.
*La cultura gli sta appesa addosso come a un [[manichino]]. Studiosi di quel genere sono, nel caso migliore, delle modelle alla sfilata del progresso.
*La [[democrazia]] divide gli uomini in lavoratori e fannulloni. Non è attrezzata per quelli che non hanno tempo per lavorare.
*La donna è coinvolta sessualmente in tutti gli affari della vita. A volte perfino nell'[[amore]].
*La donna esiste affinché, grazie a lei, l'uomo diventi saggio.<ref name=sordi/>
*La donna più spensierata ama al servizio di un'idea, mentre l'uomo ama al servizio di un bisogno. Persino la donna che sacrifica soltanto a un bisogno altrui è moralmente superiore all'uomo che serve soltanto il proprio.
*La [[donna]] vera inganna per il piacere. L'altra cerca il piacere per ingannare.
*La [[politica]] sociale è la disperata decisione di operare i calli di un malato di cancro.
*La [[psicoanalisi|psicanalisi]] è quella malattia mentale in cui si ritiene di essere la terapia.
*La sessualità delle ballerine è nelle gambe, quella dei tenori nella laringe. Per questo le donne si ingannano sul conto dei tenori e gli uomini su quello delle ballerine.<ref name=sordi/>
*La valutazione di una donna non può mai essere giusta: ma ogni sua sopravvalutazione o sottovalutazione è sempre meritata.
*La [[vita]] familiare è un'interferenza nella vita privata.
*Le donne per lo meno hanno le "[[cosmesi|toilettes]]". Ma gli uomini, con che cosa possono coprire il loro vuoto?
*Le opinioni si riproducono per divisione, i pensieri per germinazione.<ref name=sordi/>
*Le pene servono a spaventare coloro che non vogliono commettere peccati.
*Lei si disse: «Andare a letto con lui, sì – però niente intimità!».
*Nell'[[erotismo]] c'è questa gerarchia: chi fa; chi osserva; chi sa.
*Non avere un pensiero e saperlo esprimere – è questo che fa di uno un giornalista.
*Non c'è dubbio, il cane è fedele. Dobbiamo, per questo, prenderlo ad esempio? In fondo è fedele all'uomo, non al cane.<ref name=sordi>Citato in ''Dizionario delle citazioni'', a cura di Italo Sordi, BUR, 1992. ISBN 14603-X</ref>
*Non ci sono donne incomprese. Esse sono semplicemente la conseguenza di una confusione di termini in cui incorse un femminista, in quanto esse appunto non vogliono essere comprese, ma afferrate. È dunque vero, allora, che ci sono donne incomprese.
*Non ci sono più produttori, ormai ci sono solo rappresentanti.
 
==''Pro domo et mundo''==
*Arte è ciò che il mondo diventerà, non ciò che il mondo è.<ref name=sordi/>
*Chi mai vorrà cacciar via un errore che lui stesso ha messo al mondo, per sostituirlo con una verità adottata?
*[[Cultura]] è quella cosa che i più ricevono, molti trasmettono e pochi hanno.
*Il [[diavolo]] è un ottimista se crede di poter peggiorare gli uomini.
*Il [[giornalista]] è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo.
*Il mio linguaggio è la puttana di tutti che io rendo vergine.<ref name=sordi/>
*L'educazione è ciò che la maggior parte delle persone riceve, molti trasmettono e pochi possiedono.<ref name=sordi/>
*L'erotismo sta alla sessualità come il guadagno alla perdita.
*La bruttezza del [[presente]] ha valore retroattivo.
*Le satire che il censore capisce vengono giustamente proibite.
*Se la [[morale]] non urtasse non verrebbe lesa.
*Solo nel piacere della riproduzione linguistica dal caos nasce un mondo.<ref name=sordi/>
*Una certa [[psicoanalisi]] è il mestiere di lascivi razionalisti che riconducono a cause sessuali tutto quel che esiste al mondo, salvo il loro mestiere.
*Una delle malattie più diffuse è la diagnosi.
==[[Incipit]] de ''Gli ultimi giorni dell'umanità''==
'''Uno strillone''' — Edizione straordinaria! Assassinato l'erede al trono! Arrestato l'assassino!<br>
'''Un ebreo''' — Menomale<!--{{sic-->|Menomale}} che non è un ebreo.<br>
'''La moglie''' — Vieni via, andiamo a casa (''lo trascina via'').<br>
'''Altro strillone''' — «Neue Freue Presse», edizione straordinaria! L'assassinio di Serajevo! È un serbo l'attentatore!
26 785

contributi