Differenze tra le versioni di "Primavera"

299 byte aggiunti ,  2 anni fa
+1.
(-NDR)
(+1.)
*''Primavera non è che s'avventuri | un'altra volta e cinga di tripudi | un'altra volta i rami seminudi | tutti raggiando questi cieli puri?''. ([[Guido Gozzano]])
*''Profumata o luminosa | già in febbraio è scesa nei giardini | la primavera, e in un momento è fiorito | il mandorlo, avvolgendo di bianco tutto il verde.'' ([[Fëdor Ivanovič Tjutčev]])
*''Scioglie il suo nastro azzurro primavera | nuovamente nell'aria. | Dolci, noti profumi, | rigano di presagi la campagna. | Trasognate [[viola (botanica)|viole]] | chiedono di sbocciare. – | Ascolta: un tocco d'arpa, chissà dove! | Primavera, sei giunta! È la tua voce!'' ([[Eduard Mörike]])
*Se la primavera venisse una volta ogni 100 anni invece di una volta all'anno, o sopraggiungesse con il boato di un terremoto, con quanta meraviglia gli uomini assisterebbero a una tale mutamento! Il silenzioso susseguirsi delle stagioni, invece, fa ormai pensare soltanto a una necessità. ([[Henry Wadsworth Longfellow]])
*Uno dei deliziosi aspetti della primavera inglese è che ha dei giorni, anzi, è quasi del tutto composta di giorni in cui, al tramonto, la temperatura è tale da rendere gradevole un fuoco, anzi persino necessario. ([[P. G. Wodehouse]])